Exor riacquista obbligazioni proprie

C’è tempo fino al 8 ottobre per aderire all’offerta di riacquisto dei bond 5,375% 2017. Per gli analisti, conviene vendere

di Mirco Galbusera, pubblicato il
C’è tempo fino al 8 ottobre per aderire all’offerta di riacquisto dei bond 5,375% 2017. Per gli analisti, conviene vendere

Exor ha invitato i portatori delle proprie obbligazioni da 750 milioni euro con tasso 5,375% e scadenza 2017 (XS0300900478)- di cui 690 milioni attualmente in circolazione e quotate alla Borsa del Lussemburgo – ad offrire tali titoli a fronte di un corrispettivo in denaro. Le condizioni dell’offerta di riacquisto, si legge in una nota, sono descritte in un tender offer memorandum diffuso oggi. L’offerta si chiuderà il prossimo 8 ottobre ed è finalizzata a estendere la scadenza media dell’indebitamento. Proprio in quest’ottica, la società ha inoltre annunciato di voler procedere a una nuova emissione benchmark in euro, a valere sull’ammontare autorizzato dal Cda del 9 aprile scorso. BnpParibas, Credit Agricole Cib, Citigroup, Goldman Sachs e Unicredit saranno dealer manager dell’offerta e joint lead manager per la nuova emissione.   Tender offer bond Exor 5,375% 2017, i dettagli dell’operazione   [fumettoforumright]La tender offer lanciata da Exor s.p.a. è finalizzata al riacquisto da parte dell’emittente di tutte le obbligazioni Exor 5,375% 2017 e alla loro cancellazione. Exor intende così rifinanziare il debito esistente emettendo nuovi bond con un tasso cedolare più basso, in linea con gli attuali rendimenti di mercato. Le obbligazioni che potranno essere portate in adesione all’offerta dovranno essere di almeno 50.000 unità nominali con multipli aggiuntivi di 1.000 entro e non oltre l’8 ottobre 2014. Exor corrisponderà, oltre agli interessi maturati fino a tale data, un premio in denaro calcolato di 29 punti base sopra il benchamrk rate giugno 2017 (data di maturazione naturale del prestito). Attualmente le obbligazioni vengono scambiate sul mercato regolamentato della borsa lussemburghese a 111,50 che corrisponde a un rendimento lordo del 1,60%. Secondo gli analisti, Exor emetterà nuovi titoli con scadenza 2021 offrendo un rendimento più alto, con cedola fissa intorno al 3%. Ragion per cui i grossi investitori aderiranno in massa all’offerta per far spazio al nuovo bond. Il riacquisto delle obbligazioni di parte di Exor avverrà comunque su base volontaria per cui è probabile che, al termine della tender offer, un piccolo quantitativo di bond resterà sul mercato ma sarà anche poco liquido.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni societarie, Obbligazioni Exor

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.