Eni, i rendimenti dei bond scendono sotto zero

Anche le obbligazioni corporate Eni non offrono più rendimenti positivi. Sono le conseguenze del quantitative easing della Bce

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Anche le obbligazioni corporate Eni non offrono più rendimenti positivi. Sono le conseguenze del quantitative easing della Bce

Non sono i titoli di stato, ma anche i bond corporate scendono a zero. E’ il caso di quelli di Eni il cui rendimento a breve termine è diventato nullo, se non addirittura negativo considerando spese e commissioni per chi decide di investire in obbligazioni Eni. E non stiamo parlando di emittenti AAA, ma di una società il cui rating la scorsa primavera è sceso a BBB+ (Standard & Poor’s) e a Baa1 (Moody’s). Nello specifico, il bond Eni s.p.a. da 1,25 miliardi di euro con scadenza novembre 2017 e cedola 4,75% (codice ISIN XS0331141332 ) viene scambiato a 106 e offre un rendimento dello 0,01% a scadenza. Il rendimento, però, diventa negativo se si tiene conto delle imposte sul disaggio di emissione (99,18), sugli interessi percepiti (26% della cedola lorda) e sulle commissioni di intermediazione. I rendimenti non migliorano di neppure se si va a guardare le scadenze un po’ più lunghe. Il bond Eni s.p.a. con maturità 2022 e cedola 0,75% (codice ISIN XS1412593185 ) di recente emissione viene scambiato a  103 e offre un rendimento di appena 0,20%. Anche in questo caso, considerando imposte e commissioni, si arriverebbe a ottenere un guadagno pari a zero per cinque anni di durata.

Ma allora chi investe in obbligazioni Eni? Solo gli istituzionali e la Bce che acquista obbligazioni corporate con rating investment grade dell’are euro nell’ambito del programma di acquisto di titoli di stato e bond corporate europei. Per questi soggetti è ancora conveniente detenere titoli relativamente sicuri in portafoglio essendo lordisti. Per il piccolo risparmiatore, invece, le obbligazioni Eni rappresentano ormai solo un costo se non addirittura una potenziale perdita. E questo vale anche per chi decide di affidarsi ai fondi obbligazionari che trattano questo genere di obbligazioni con in più il peso dei costi di gestione relativi ai fondi stessi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Obbligazioni ENI