Edra Lswr punta ai minibond per crescere nella salute

Società che edita l’Informatore Scientifico si prepara alla borsa. Allo studio minibond e Ipo per raccogliere finanziamenti

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Società che edita l’Informatore Scientifico si prepara alla borsa. Allo studio minibond e Ipo per raccogliere finanziamenti

Anche Edra Lswr punta ai minibond. Per chi non la conosce, si tratta di una realtà tutta italiana operante nello sviluppo della conoscenza professionale con soluzioni e prodotti di comunicazione, informazione, formazione, servizio tra cui L’Informatore Farmaceutico (edito dal 1941), Dental Cadmos (edito dal 1933) e le edizioni italiane dei noti testi di anatomia “Anatomia del Gray e di Frank H. Netter. Occupa oltre 200 professionisti. Edra Lswr è quindi un’azienda attiva nello sviluppo della conoscenza professionale nella salute e nella medicina e non esclude di ricorrere allo strumento dei minibond, o alla quotazione, per raccogliere capitali a supporto di un ulteriore sviluppo tramite operazioni di M&A.   Edra Lswr punta a ricavi per 29 milioni quest’anno   Nel mese di marzo 2013 – ricorda Giorgio Albonetti, presidente di Edra Lswr, interpellato da Mf-Dowjones – abbiamo acquistato le attività di Elsevier Italia. Dissi subito che il lavoro non era un problema in quanto dietro c’era una strada ben precisa. Infatti, non abbiamo mai messo in discussione i dipendenti. Se uno ha le idee il lavoro non è un problema. Ci siamo fatti venire un sacco di idee e abbiamo portato a casa lavoro e azienda. Puntiamo, ha proseguito il presidente, ad un fatturato nel 2015 intorno ai 28-29 milioni euro. In tre anni abbiamo praticamente raddoppiato. Non solo siamo leader nella medicina – uno studente su due studia sui nostri libri – ma facciamo anche corsi di aggiornamenti, quotidiani on-line e riviste cartacee per farmacisti e dentisti. Abbiamo tanti magazine e un portale per il pubblico: dica33.it. Abbiamo anche un banca dati del farmaco. Noi andiamo bene proprio perchè facciamo tutto mentre i nostri competitor no. La crescita del gruppo si accompagna all’internazionalizzazione. L’idea è semplice: se fatturiamo 100 in Italia dobbiamo fatturare 100 anche all’estero. L’anno scorso abbiamo iniziato in Albania. Oggi in quel paese lavorano 30 persone, ha precisato Albonetti.   Edra si espande in Polonia   [fumettoforumright]In Polonia, invece, abbiamo comprato parte delle attività di Elsevier. L’idea è quella di portare in Polonia la piattaforma e il software gestionale. Vogliamo replicare in Polonia quanto fatto in Italia. Edra, in particolare, ha acquisito, tramite la propria controllata Edra Urban & Partner, le attività di Elsevier Urban and Partner, il più autorevole e riconosciuto editore in campo medico in Polonia. Anche in Italia, comunque, la crescita di Lswr è avvenuta tramite M&A. A marzo 2014, infatti, l’azienda ha acquistato da Rcs Libri la Casa Editrice La Tribuna, editore di riferimento del settore giuridico. L’abbiamo ristrutturata e dopo due mesi era in attivo. L’M&A, quindi, proseguirà già quest’anno. Abbiamo investito 7,4 milioni di euro in questi ultimi due anni. Sono in programma altre operazioni. Per questo c’è l’idea di trovare risorse anche nel mondo finanziario. Risorse che potrebbero venire raccolte tramite i bond o la quotazione. La cosa che mi piace sono i mini-bond. E’ ovvio che guardiamo anche all’eventuale quotazione, ha concluso Albonetti.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni societarie