Debito emergente la ripresa è già in atto

Analisi sul debito dei mercati emergenti, a cura di Maarten-Jan Bakkum, di NN Investment Partners.

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Analisi sul debito dei mercati emergenti, a cura di Maarten-Jan Bakkum, di NN Investment Partners.

La forte ripresa del debito dei Mercati Emergenti della scorsa settimana, coinciso con il calo dell’indice del dollaro, oltre a dimostrare la sensibilità dell’asset class all’andamento del biglietto verde, conferma lo spazio per una ripresa netta, a patto che gli investitori credano che il periodo di apprezzamento del dollaro sia finito.

La nostra analisi dimostra che anche se c’è stato un evidente irrigidimento da aprile, le condizioni finanziarie dei Mercati Emergenti non hanno mostrato un deterioramento su larga scala. L’indicatore del momentum di crescita economica dei Mercati Emergenti, composto dalla variazione di tre mesi negli otto indicatori ciclici più rilevanti per le 22 principali economie emergenti, si è spostato in territorio negativo. Tuttavia, il livello è ancora di gran lunga migliore di quanto visto negli anni 2013-2015.

Sebbene nel complesso la crescita si stia indebolendo, fattore in gran parte attribuibile a un irrigidimento delle condizioni finanziarie in un ristretto gruppo di Paesi (principalmente Argentina, Brasile e Indonesia); è importante ricordare che gran parte delle altre economie emergenti mostra ancora un quadro di crescita piuttosto solido.

Le esportazioni dei Mercati Emergenti sono state in territorio di crescita a doppia cifra dall’inizio del 2017 e questo andamento non si è affievolito negli ultimi mesi. Allo stesso tempo, stiamo assistendo a una costante espansione dell’aumento della domanda interna nei mercati emergenti (ad eccezione della Cina). Solo i Paesi con squilibri esterni significativi particolarmente sensibili alla pressione del mercato nei mesi scorsi sono costretti a un aggiustamento della crescita.

Siamo più che convinti che la correzione dei mesi scorsi sia stata una scossa di entità circoscritta, dovuta a fattori esterni sfavorevoli e causata dalle vulnerabilità in un numero limitato di economie emergenti. Escludiamo quindi problemi significativi a livello di fondamentali dell’universo emergente, che continuano ad essere solidi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Mercati Emergenti

I commenti sono chiusi.