Credit Suisse lancia Credit Suisse (Lux) Fixed Maturity Bond Fund 2022 s-III

Credit Suisse (Lux) Fixed Maturity Bond Fund 2022 s-III punta a far fronte a quelle che sono le attuali caratteristiche del mercato.

Condividi su
Seguici su
di Enzo Lecci, publicato il
Credit Suisse (Lux) Fixed Maturity Bond Fund 2022 s-III punta a far fronte a quelle che sono le attuali caratteristiche del mercato.

Nuovo prodotto obbligazionario per Credit Suisse. Attraverso Credit Suisse Asset Management è stato da poco lanciato in Italia Credit Suisse (Lux) Fixed Maturity Bond Fund 2022 s-III. Si tratta di un fondo di diritto lussemburghese con focus sulle obbligazioni asiatiche che presenta scadenza 31 marzo 2022.

Ma cosa offre il nuovo fondo obbligazionario? Secondo gli analisti il nuovo prodotto rappresenta una valida opportunità di investimento sul segmento del reddito fisso. Credit Suisse (Lux) Fixed Maturity Bond Fund 2022 s-III è stato costruito appositamente per far fronte a quelle che sono le attuali caratteristiche del mercato.

Il prodotto offre un premio a scadenza pari a circa il 4% (a seconda di quelle che sono le condizioni del mercato) e investe in bond corporate e quasi sovrani prevalentemente asiatici (denominazione in dollari Usa). Il rating creditizio è medio investment grade.

 

Andrea Sanguinetto, Head of Sales di Credit Suisse Asset Management in Italia, ha affermato: “in un contesto in cui il reddito fisso continua ad essere complesso, con rendimenti ai minimi storici, che espongono gli investitori al rischio di erosione del patrimonio nel tempo, i fondi a scadenza breve e predefinita possono contribuire a limitare i rischi”. Secondo Sanguinetto, inoltre, “un importante vantaggio di questo tipo di fondo è che offre agli investitori una struttura di distribuzione simile a quella di una singola obbligazione, ma con un rischio del singolo emittente altamente ridotto grazie all’ampia diversificazione dei portafogli”. Per finire Sanguonetto ha così concluso: “allo stesso tempo i fondamentali robusti dell’economia asiatica e il miglioramento dei rating creditizi offrono un premio di rendimento interessante rispetto a investimenti obbligazionari corporate sui mercati sviluppati europei e statunitensi”.

Condividi su
Seguici su
Argomenti:

I commenti sono chiusi.