Covered bond: è l’ora di Banca Monte dei Paschi

Banca MPS lancia obbligazioni garantite per 750 milioni. Durata sette anni e rendimento interessante

di , pubblicato il

E’ l’ora dei covered bond per le banche italiane. Dopo Banca Carige e UBI Banca, arriva anche una emissione di Monte dei Paschi di Siena, ma in cantiere ci sono molte altre nuove obbligazioni bancarie garantite ai nastri di partenza, secondo gli esperti. Intesa San Paolo e Unicredit stanno lavorando per collocare emissioni coverd con una durata minima di cinque anni. Ma torniamo a Banca MPS. L’emissione, spiega una nota diffusa ieri in serata, rappresenta il primo collocamento di Obg da parte del Monte dei Paschi di Siena dopo la modifica del Programma a “conditional pass through” realizzata lo scorso giugno e conferma la capacita’ della Banca di accedere con successo al mercato internazionale. L’operazione e’ stata annunciata al mercato come un’emissione benchmark con un’indicazione di prezzo iniziale in area mid swap +85 punti base. Il libro degli ordini e’ cresciuto rapidamente superando nella mattinata gli 800 milioni di euro. L’operazione, di ammontare pari a 750 mln euro, ha un rating atteso pari A2 di Moody’s, BBB di Fitch e Ah di Dbrs ed e’ destinata ad investitori istituzionali qualificati e ad intermediari finanziari. L’obbligazione, la cui scadenza e’ 20 gennaio 2022, prevede una cedola annuale pari all’1,25%. Tenuto conto del prezzo di riofferta “sotto la pari”, fissato in 99,244%, il rendimento a scadenza risulta del 1.377% annuo. La data di regolamento e’ prevista per il 28 ottobre prossimo. Il collocamento dell’operazione e’ stato curato da J.P. Morgan, Mps Capital Services, Rbs e Unicredit Bank in qualita’ di Joint Lead Managers and Bookrunners. L’emissione e’ stata distribuita a 45 investitori istituzionali, residenti in prevalenza in Italia (70%), UK ed Irlanda (19%), Germania e Austria (3%) e Francia (3%) evidenziando un diffuso interesse da quasi tutti i Paesi dell’Eurozona.

La tipologia degli investitori ha visto le Banche Centrali ed Istituzioni Pubbliche primeggiare con il 47% dell’emissione seguiti da Fund Managers (29%), e dalle Banche (21%).

Argomenti: , , ,