Covered bond: BPER colloca titoli per 750 milioni

1,2 miliardi di richieste per il nuovo titolo garantito della Banca Popolare dell'Emilia Romagna. Fra i sottoscrittori, anche la Bce

di Mirco Galbusera, pubblicato il
1,2 miliardi di richieste per il nuovo titolo garantito della Banca Popolare dell'Emilia Romagna. Fra i sottoscrittori, anche la Bce

Banca Popolare dell’Emilia Romagna (BPER) è il terzo istituto di credito a inaugurare il 2015 con l’emissione di bond. Dopo il lancio di obbligazioni senior da parte di Intesa San Paolo e Unciredit, anche il gruppo romagnolo, guidato da Alessandro Vandelli, ha piazzato con successo sull’eruomercato obbligazioni bancarie garantite da mutui immobiliari (covered bond).   Richieste per 1,2 miliardi di euro per il nuovo bond bancario   L’emissione (IT0005076929) è stata curata da un pool di banche internazionali (Bnp Paribas, Natixis, Nomura, Rbs ed Unicredit), nell’ambito del programma di covered bond da 5 miliardi di euro della banca, presso sottoscrittori istituzionali di tutta Europa. Compresa la Bce che ha partecipato all’offerta nell’ambito del programmi di acquisto di titoli obbligazionari bancari garantiti varato lo scorso anno. In poche ore – spiega una nota  di BPER – sono stati ricevuti ordini da oltre 60 investitori, per un totale di circa 1,2 miliardi di euro. Il prestito è stato sottoscritto per circa metà dell’ammontare da investitori istituzionali esteri e per la restante parte da investitori italiani. I principali sottoscrittori sono stati fondi d’investimento per circa il 38%, seguiti da enti governativi e sovranazionali per circa il 36%, banche con una quota del 14% e infine assicurazioni e fondi pensione per il 12%. Il rating atteso del bond è A3 da Moody’s.   Obbligazioni Banca Popolare dell’Emilia Romagna 0,875% 2022   [fumettoforumright]Il bond è stato collocato a un rendimento pari al tasso mid-swap + 42 punti base con una cedola dello 0,875%, pagabile in via posticipata il 22 gennaio di ogni anno a partire dal 2016. La scadenza è stata fissata al 22 gennaio 2022, mentre il rendimento è stato fissato a 0,914% a fronte di un prezzo a reoffer di 99,737. “L’ammontare delle richieste pervenute e le favorevoli condizioni di emissione dimostrano la fiducia del mercato nel merito creditizio di BPER”- ha commentato il Cfo, Roberto Ferrari -. “Lo spread pagato è inferiore di oltre 170 bps rispetto al livello dell’emissione inaugurale a 5 anni lanciata a fine 2013. Inoltre, l’analisi della composizione degli investitori, sia per provenienza geografica sia per qualità, attesta quanto sia positiva la percezione della solidità di BPER anche tra gli investitori istituzionali”. Tra le principali e più immediate scadenze obbligazionarie della banca figura, nel marzo di quest’anno, un bond da 850 milioni, cedola 4%, emesso nel 2012.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni bancarie, Banca Pop. Emilia Romagna, Ratings