Come perdere soldi investendo in bond di paesi emergenti

La fame di rendimenti spinge gli investitori ad acquistare bond in valuta fidandosi della solidità degli emittenti

di , pubblicato il

Investire in valute emergenti? Un disastro. Per chi non ha dimestichezza con gli strumenti finanziari (ma spesso anche per chi ce l’ha), investire il proprio denaro in obbligazioni di paesi emergenti è un fallimento. Uno studio condotto da una società americana indipendente ha dimostrato che a trarre vantaggio dalle emissioni in valuta dei BRICS sono quasi solo gli emittenti, a meno che un investitore sia particolarmente bravo e fortunato da riuscire a cavalcare l’onda giusta sul mercato dei cambi. Del resto, quando si acquista una obbligazione in valuta, benchè offra rendimenti allettanti a fronte della solidità di chi la emette, si compra il paese con tutti i suoi rischi. E i BRICS di rischi ne hanno da offrire a infinità essendo per lo più dipendenti dalle esportazioni di materie prime (pagate in dollari) e flagellati da inflazione spesso fuori controllo.   Obbligazioni BERS ZC 2027 in rand sudafricani     A titolo di esempio, La Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS) tratta dal 1997 obbligazioni in rand sudafricani (ZAR) senza cedola con scadenza trentennale. Inizialmente quotati presso la borsa del Lussemburgo, i bond dell’ente sovranazionale sono stati listati anche su EuroTLX e da oggi anche sul circuito MOT di Borsa Italiana (XS0074789503), negoziabili per importi minimi di 5.000 Zar. Emessi al prezzo di 2,35, questi bond oggi si vendono intorno a 38 e hanno “regalato” finora un rendimento superiore al 80% in 18 anni di maturazione. Peccato, però, che chi ha acquistato dalla BERS queste obbligazioni in rand nel 1997 abbia perso oltre il 220% sul cambio contro l’euro e, a conti fatti, si ritroverebbe un saldo negativo non indifferente. Ma dove sono spariti i soldi, visto che il Sudafica non è fallito? Semplice: nelle casse della BERS, cioè delle banche, che con la sua AAA di rating garantisce massima affidabilità e, per statuto, raccoglie fondi per finanziare e ricostruire paesi in via di sviluppo.

Argomenti: , , , , ,