Cina prepara emissione bond in dollari da 2 miliardi

Dopo 13 anni la Cina si appresta a tornare sul mercato dei bond con il lancio di titoli di stato per 2 miliardi

Condividi su
Seguici su
di Mirco Galbusera, publicato il
Dopo 13 anni la Cina si appresta a tornare sul mercato dei bond con il lancio di titoli di stato per 2 miliardi

La Cina si sta preparando a un’emissione di bond in dollari, cosa che non avveniva da più di dieci anni. Lo hanno riferito al Wall Street Journal alcuni banchieri di Hong Kong informati sui fatti, puntualizzando che Pechino intendere rafforzare, con questa mossa, i legami con gli investitori globali in un momento in cui l’economia del Paese è in miglioramento.

 

Nel dettaglio, hanno aggiunto le fonti, la Cina si prepara a collocare 2 miliardi di dollari di titoli questo mese, con diversi istituti di credito che stanno cercando di ottenere la gestione dell’operazione. L’ammontare dell’emissione non è significativo ed è più che altro simbolico, ma si tratterebbe comunque del primo collocamento in dollari da parte di Pechino dall’ottobre del 2004.

 

E’ ancora presto per fare delle ipotesi circa i rendimenti che potrebbe offrire Pechino in questa fase di mercato. Tuttavia è possibile che le nuove emissioni governative possano collocarsi in range compreso fra il 2% e il 4% per una maturità medio-lunga. Il rating della Cina, benchè sia stato rivisto al ribasso da Moody’s lo scorso mese di giugno portandolo da A1 ad A3 e Standard & Poor’s prevede di tagliarlo dall’attuale livello AA+, rimane fra i più solidi a livello internazionale. L’operazione – secondo gli analisti – sarebbe propedeutica al lancio di altri bond corporate del valore stimato intorno ai 10.000 miliardi di dollari (China Bond Connect).

Condividi su
Seguici su
Argomenti:

I commenti sono chiusi.