Casta Diva: nuova richiesta di conversione bond

Bracknor Investment ha richiesto la conversione di altre obbligazioni convertibili Casta Diva Group

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Bracknor Investment ha richiesto la conversione di altre obbligazioni convertibili Casta Diva Group

Casta Diva Group, multinazionale attiva nel settore della comunicazione quotata su AIM Italia, comunica di aver ricevuto in data 8 novembre da Bracknor Investment una richiesta di conversione di n. 7 obbligazioni e in data 10 novembre una ulteriore conversione di n. 4 obbligazioni, entrambe dal valore unitario nominale di Euro 10.000,00.

 

Entrambe le richieste di conversione fanno parte della seconda tranche – emessa in data 20 settembre 2017 – del prestito obbligazionario convertibile di cui al contratto concluso tra Casta Diva Group e Bracknor in data 28 giugno 2017. Per quanto riguarda il regolamento del Prestito, si rimanda al comunicato stampa emesso in data 28 giugno 2017 e pubblicato sul sito della Società nella sezione Investor Relations.

 

Il numero di azioni oggetto delle due richieste di conversioni è stato determinato in conformità al dettato del Contratto sulla base del 95% Daily VWAP del prezzo medio ponderato per i volumi delle transazioni durante i 15 giorni di borsa aperta antecedenti la data di richiesta di conversione. Il prezzo così determinato è risultato essere pari a Euro 1,38 per azione. Pertanto le n. 7 obbligazioni oggetto di conversione, relative alla richiesta di Bracknor dell’8 novembre, danno diritto a sottoscrivere n. 38.043 azioni ordinarie di nuova emissione Casta Diva Group pari allo 0,30% del capitale sociale post conversione e le n. 4 obbligazioni oggetto di conversione, relative alla richiesta di Bracknor del 10 novembre, danno diritto a sottoscrivere n. 21.739 azioni ordinarie di nuova emissione Casta Diva Group pari allo 0,17% del capitale sociale post conversione Nell’ambito della seconda tranche, tenuto conto delle richieste di conversione di cui al presente comunicato, risultano ancora da convertire n. 14 obbligazioni convertibili cum warrant per un controvalore complessivo pari a Euro 140.000.

 

Il n. dei warrant in circolazione è pari a 170.289. Inoltre, con riferimento alla richiesta di conversione di n. 7 obbligazioni ricevuta da Bracknor l’8 novembre, si precisa che in data odierna sono state emesse n. 21.739 azioni ordinarie, aventi godimento nonché diritti e caratteristiche pari a quelle in circolazione alla data di oggi. In conseguenza di quanto sopra, e con riferimento alle azioni emesse in relazione alla richiesta di conversione dell’8 novembre, il valore nominale del capitale sociale si incrementerà di € 19.021,50 mentre i residui € 33.478,5 saranno a titolo di sovrapprezzo e risulterà essere pari a 6.030.384,00 euro suddiviso in n. 12.533.690 azioni ordinarie.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Obbligazioni convertibili

I commenti sono chiusi.