Buoni Fruttiferi Postali Plus a 3 anni in sottoscrizione alle Poste. Caratteristiche

Sono aperte le sottoscrizioni di nuovi BFP a 3 anni presso gli sportelli delle Poste. Interessi certi e tassazione agevolata

di , pubblicato il
Sono aperte le sottoscrizioni di nuovi BFP a 3 anni presso gli sportelli delle Poste. Interessi certi e tassazione agevolata

Riprende il collocamento dei Buoni Fruttiferi Postali (BFP) Plus a 3 anni. Come noto, i BFP sono titoli emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti e distribuiti da Poste Italiane. Dal 29 maggio è possibile sottoscriverli senza limite presso gli sportelli di Poste Italiane con valore nominale di sottoscrizione pari al 100% senza pagamento di spese o commissioni.

 

I BFP a 3 anni Plus sono la soluzione ideale per investire nel medio periodo i propri risparmi in tutta sicurezza. A fronte di un vincolo di durata pari a 3 anni, i BFP a 3 anni Plus assicurano, oltre al rimborso del capitale investito, al netto di eventuali oneri fiscali, un rendimento certo superiore rispetto ai tradizionali Buoni a tasso fisso per pari durata. Possono essere rimborsati anticipatamente in qualsiasi momento con diritto alla restituzione del capitale investito, al netto di eventuali oneri fiscali. Gli interessi maturati vengono riconosciuti solo in caso di rimborso a scadenza.

 

 Rendimento BFP a 3 anni

 

I BFP a 3 anni Plus corrispondono interessi a tasso fisso alla scadenza del terzo anno dalla data di sottoscrizione e diventano infruttiferi dal giorno successivo alla scadenza medesima. Non sono corrisposti interessi per i BFP a 3 anni Plus rimborsati prima della scadenza del terzo anno dalla data di sottoscrizione. Gli interessi sono calcolati su base annuale in regime di capitalizzazione composta. In pratica, il rendimento alla scadenza del terzo anno, cioè se il risparmiatore porterà a scadenza l’investimento senza svincolarlo, sarà pari a 0,61% netto.

Intestazione BFP

 

I BFP a 3 anni Plus possono essere intestati esclusivamente a persone fisiche. E’ ammessa la cointestazione dei BFP a 3 anni Plus a più soggetti in numero non superiore a quattro con facoltà di rimborso disgiunto per ciascun intestatario, fatta salva la possibilità di escludere detta facoltà all’atto della sottoscrizione. Non sono ammesse cointestazioni tra soggetti maggiorenni e minorenni, né tra soggetti minorenni. Nel caso in cui l’intestatario, al momento della richiesta di rimborso, risulti ancora minorenne, i BFP a 3 anni Plus, conformemente alla previsione dell’art. 320, comma 4, del Codice civile, possono essere rimborsati soltanto in presenza di un provvedimento di autorizzazione del giudice tutelare.

I BFP a 3 anni Plus dematerializzati recano la medesima intestazione del conto corrente postale o del libretto di risparmio postale, necessari per la sottoscrizione degli stessi.

 

Tagli, sottoscrizione e rimborso

 

I BFP a 3 anni Plus rappresentati da documenti cartacei nominativi sono sottoscrivibili, in tagli da 50 euro e multipli, e rimborsabili per l’intero importo sottoscritto, presso tutti gli uffici postali. All’atto della sottoscrizione viene consegnato il relativo documento cartaceo, unitamente al presente Foglio Informativo e Regolamento del prestito. I BFP a 3 anni Plus dematerializzati sono sottoscrivibili e rimborsabili per tagli pari a 50 euro e multipli, presso tutti gli uffici postali, nonché attraverso il sito Internet di Poste Italiane S.p.A. www.poste.it. Per la sottoscrizione è necessaria la titolarità di un conto corrente postale o di un libretto di risparmio postale aventi la medesima intestazione dei BFP a 3 anni Plus. Le sottoscrizioni e i rimborsi in via telematica sono consentiti ai titolari di libretto di risparmio postale nominativo ordinario Smart abilitati al servizio Risparmio Postale On Line (RPOL), ai titolari di conto corrente postale abilitati al servizio BancoPostaonline e ai titolari di Conto BancoPosta Click. Le sottoscrizioni presso gli uffici postali sono effettuate per iscritto e un esemplare del contratto è consegnato al sottoscrittore, unitamente al presente Foglio Informativo e Regolamento del prestito. La conferma della sottoscrizione o della richiesta di rimborso effettuata in via telematica viene trasmessa mediante l’invio di un messaggio di notifica nell’area personale riservata alle comunicazioni elettroniche da parte di Poste Italiane. L’importo massimo sottoscrivibile da un unico soggetto nella stessa giornata lavorativa presso uno o più uffici postali, ovvero mediante sottoscrizione telematica, è pari ad 1.000.000 di euro.

Rimborso anticipato

 

A richiesta del titolare, i BFP a 3 anni Plus rappresentati da documento cartaceo possono essere rimborsati anticipatamente con diritto alla restituzione del capitale sottoscritto secondo quanto previsto all’art. 4 del presente Regolamento del prestito.

A richiesta del titolare, i BFP a 3 anni Plus dematerializzati possono essere rimborsati anticipatamente per importi sottoscritti di 50 euro e multipli con diritto alla restituzione del capitale sottoscritto. Non sono corrisposti interessi per i BFP a 3 anni Plus rimborsati prima della scadenza del terzo anno dalla data di sottoscrizione.

Regime Fiscale

 

Gli interessi fissi e gli altri proventi maturati sui BFP a 3 anni Plus sono soggetti al regime dell’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi nella misura del 12,50%, di cui al decreto legislativo 239/1996 e successive modificazioni. In base all’art. 6 del richiamato decreto legislativo, ai soggetti non residenti in Italia, ricorrendo le condizioni di legge, non si applica il prelievo fiscale. I buoni sono esenti da imposta di successione. Ai sensi dell’art. 13, comma 2 ter e nota 3 ter, della Tariffa, parte prima, allegata al D.P.R. 642/1972, come modificato dall’art. 19 del decreto legge 201/2011, convertito con modificazioni dalla legge 214/2011 e ulteriormente modificati dall’art. 1 commi 581 e 582 della legge 147/2013 i buoni sono assoggettati ad imposta di bollo. Sono comunque esenti i buoni di valore di rimborso complessivamente non superiore a euro 5.000. Con decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 24 maggio 2012 sono stabilite le modalità di attuazione delle suddette norme. L’applicazione dell’imposta di bollo, in caso di rimborso anticipato dei BFP a 3 anni Plus rispetto alla loro scadenza naturale, può determinare un valore netto di rimborso inferiore al valore nominale sottoscritto. In tali casi, ai risparmiatori non sarà addebitato l’importo pari alla porzione dell’imposta di bollo applicata che abbia determinato un valore netto di rimborso inferiore al capitale investito. In ogni caso, il predetto importo sarà calcolato secondo le aliquote vigenti alla data del 4 dicembre 2014.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami