Building Energy lancia minibond su ExtraMOT

L’obbligazione della società milanese (IT0005123739) ha una size di 20 milioni ed è negoziabile per importi minimi di 100.000 euro

di Mirco Galbusera, pubblicato il
L’obbligazione della società milanese (IT0005123739) ha una size di 20 milioni ed è negoziabile per importi minimi di 100.000 euro

Building Energy lancia minibond da 20 milioni di euro. La società attiva nel settore delle energie rinnovabili ha collocato presso investitori qualificati obbligazioni senior quinquennali che sono state anche listate sul segmento ExtraMOT Pro di Borsa Italiana. Building Energy è un Integrated Power Producer leader a livello globale, che svolge attività di sviluppo, EPC contractor e realizzazione di progetti di produzione di energia da fonti rinnovabili. Il core business è quello fotovoltaico, ma il Gruppo è attivo anche nei settori eolico, idroelettrico e delle biomasse. In Italia l’azienda ha sviluppato e installato impianti fotovoltaici per un totale di oltre 150 MW di potenza. Allo stesso tempo, Building Energy ha acquisito una forte presenza internazionale attraverso l’espansione in quei mercati dove si registrano maggiori potenzialità nel settore delle rinnovabili. Ad oggi il gruppo ha oltre 130 dipendenti dislocati in tutto il mondio, con sede centrale in Italia (Milano) e uffici internazionali in quattro continenti. Nel 2014 ha realizzato un fatturato di oltre 15,8 milioni di euro.   Obbligazioni Building Energy 2% 2020 L’obbligazione building Energy (IT0005123739) ha durata cinque anni e andrà a rimborso il 31 luglio 2020, salvo richiamo anticipato (callable). Il bond è negoziabile su ExtraMOT Pro per tagli da 100.000 euro e multipli analoghi e offre una cedola annuale pari al 2%. Per Building Energy si tratta della seconda emissione, dopo quella lanciata in borsa lo scorso ottobre per 50 milioni di euro. I proventi raccolti con l’emissione delle obbligazioni – si legge in una nota – serviranno a finanziare l’ulteriore crescita internazionale della società fondata nel 2010 dall’amministratore delegato Fabrizio Zago.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni societarie