Btp: rendimenti in rialzo con nuovi timori per le banche italiane. Su anche lo spread

Il Btp a 10 anni sale al 1,40%, mentre lo spread torna a 125 bp. Azioni bancarie a picco dopo notizia fondo Atlante

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Il Btp a 10 anni sale al 1,40%, mentre lo spread torna a 125 bp. Azioni bancarie a picco dopo notizia fondo Atlante

Lo spread Btp/Bund continua a trattare in rialzo, con l’avversione al rischio che è tornata a prevalere e con le Borse europee che trattano sotto la paritá. Il secondario italiano appare colpito da una certa avversione al rischio sull’ondata del ribasso del comparto bancario. La notizia che Fondo Atlante sottoscriverà l’inoptato di Veneto Banca crea incertezza su tutto il settore bancario italiano, in particolare su Banco Popolare il cui aumento di capitale dovrebbe presto avere avvio. La possibilità che Atlante investa una somma consistente nella banca veneta lascerebbe inoltre un margine di manovra limitato per agire in un
successivo momento sul mercato degli Npl.

Btp a 10 anni torna sopra 1,40%. Spread in rialzo

In questo clima, gli investitori stranieri stanno vendendo assets italiani, come dimostra il rendimento del Btp a 10 anni che è tornato a 1,40% di rendimento, mentre lo spread si sta allargando sopra i 125 punti base. Nel frattempo, sul primario, la Germania ha collocato 3,245 miliardi di Bobl a 5 anni con un rendimento in calo dal -0,33% del 4 maggio al -0,38% attuale, nuovo minimo storico. Il costo di finanziamento record del quinquennale tedesco è conseguenza del ritorno dell’avversione al rischio sui mercati europei. I Bund potrebbero beneficiare dell’avversione al rischio provocata anche dagli ultimi due sondaggi sul referendum del Regno Unito in base al quali i sostenitori della Brexit sarebbero in vantaggio, sottolinea Rainer Guntermann, analista di Commerzbank.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Bond Germania, Btp

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.