BTP Italia al via. Tutte le caratteristiche della nuova offerta

In collocamento da lunedì, il titolo di stato offre un tasso minimo garantito 1,15% per sei anni a cui bisognerà aggiungere l’inflazione stimata e il premio fedeltà

di Mirco Galbusera, pubblicato il
In collocamento da lunedì, il titolo di stato offre un tasso minimo garantito 1,15% per sei anni a cui bisognerà aggiungere l’inflazione stimata e il premio fedeltà

BTP Italia ai nastri di partenza. Il collocamento del nuovo titolo di stato, tanto amato dagli investitori italiani, partirà lunedì 20. Il periodo di offerta si concluderà per i risparmiatori retail il 22 ottobre, salvo chiusura anticipata, mentre per gli istituzionali sarà riservata la finestra temporale del giorno successivo. Il meccanismo studiato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef) tende a evitare l’ingolfamento che si è verificato nelle precedenti edizioni dando a tutti la possibilità di partecipare all’offerta. Non solo: per costoro il collocamento questa volta avrà un tetto massimo che prevede, in caso di prenotazioni massicce, il riparto. Una misura – spiegano i tecnici del Mef –  studiata per limitare l’offerta che, come per la volta precedente, superò i 20 miliardi di euro. La nuova edizione del BTP Italia, targata ottobre 2020, avrà comunque il merito di apportare nuove risorse nelle casse dello stato facendo raggiungere e superare quota 100 miliardi da quando è stato lanciato sul mercato questo strumento finanziario.   BTP Italia sottoscrivibile via internet per 1.000 euro   [fumettoforumright]Il BTP Italia sarà collocato sul mercato attraverso la piattaforma elettronica del mercato obbligazionario telematico (MOT) per tagli minimi di 1.000 euro. Operativamente è quindi possibile prenotare il titolo via internet comodamente da casa oppure recandosi in banca senza costi aggiuntivi. Il periodo di offerta, come detto, è dal 20 al 22 ottobre, salvo chiusura anticipata, per i risparmiatori retail, mentre è la mattinata del 23 per gli investitori istituzionali. Il tasso minimo garantito è 1,15% a cui si aggiungerà, a collocamento scaduto, una piccola percentuale calcolata sulla base dell’inflazione stimata da parte del Mef. Difficile immaginare a quanto ammonterà tale incremento poiché l’Italia si sta incanalando verso uno scenario deflativo. Tuttavia gli analisti pensano che il Tesoro possa arrivare a offrire uno spread compreso fra lo 0,35% e lo 0,55%, in linea con i rendimenti offerti dall’ultimo BTP Italia collocato e con scadenza aprile 2020.   Tasso minimo garantito 1,15% anche in caso di deflazione   Il nuovo BTP Italia avrà quindi scadenza 27 ottobre 2020, pagherà la cedola su base semestrale, indicizzata all’inflazione italiana FOI (Indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, al netto dei tabacchi) a cui si aggiunge il pagamento del recupero dell’inflazione maturata nel semestre. In caso deflazione, il BTP Italia garantirà comunque un tasso dì interesse minimo pari a 1,15% fino a scadenza. E questo sembra essere il punto di forza del titolo di stato che è senz’altro da preferire al Btp€i, anch’esso indicizzato all’inflazione. Anche perché, per chi conserva il titolo fino a scadenza è previsto il riconoscimento di un bonus, detto “premio fedeltà” pari allo 0,04% dell’obbligazione il cui prezzo di sottoscrizione è 100. Il rimborso avverrà in unica soluzione a scadenza e la tassazione prevista è del 12,50%. L’unica novità, rispetto ai precedenti BTP Italia riguarderà, quindi, la distribuzione dedicata agli investitori istituzionali. Il BTpPItalia in arrivo la prossima settimana sarà di fatto il primo a essere emesso mentre l’economia italiana è in deflazione. Tutti gli altri titoli, infatti, sono stati collocati con una livello di inflazione positiva.   Caratteristiche principali   o    Durata: 6 anni o    Tasso reale annuo minimo garantito 1,15% o    Cedole semestrali calcolate sul capitale rivalutato o    Recupero dell’inflazione grazie alla rivalutazione del capitale corrisposta ogni sei mesi o    Capitale nominale garantito a scadenza, anche in caso di deflazione o    Premio Fedeltà per chi acquista all’emissione nella prima fase del collocamento e conserva il titolo fino a scadenza, riservato quindi ai risparmiatori individuali o soggetti  affini

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, BTP Italia

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.