BTP Italia al via in Aprile con importanti novità

La durata del BTP Italia salirà a 6 anni e agli investitori istituzionali sarà riservata solo una giornata per la sottoscrizione. Le cedole saranno semestrali indicizzate all’inflazione

di Mirco Galbusera, pubblicato il
La durata del BTP Italia salirà a 6 anni e agli investitori istituzionali sarà riservata solo una giornata per la sottoscrizione. Le cedole saranno semestrali indicizzate all’inflazione

BTP Italia di nuovo in scena. Dopo gli strepitosi e inattesi successi delle precedenti emissioni, il Ministero dell’Economia e delle Finanze si appresta a emettere nuovi strumenti finanziari per il 2014. Il lancio della nuova edizione del BTP Italia – riferisce la Reuters – avverrà probabilmente attraverso due collocamenti separati, il primo riservato agli investitori retail, il secondo agli istituzionali, con condizioni più favorevoli per il retail. Lo riferiscono due fonti finanziarie dopo che il responsabile del debito pubblico Maria Cannata (foto sotto) ha anticipato che l’annuncio ufficiale della nuova emissione del Btp indicizzato all’inflazione italiana potrebbe arrivare a breve.

 

Nuovo BTP Italia a 6 anni e condizioni privilegiate per il retail

 

cannataIl collocamento sarà un po’ diverso dalle altre volte: dovrebbe essere in due tranche, una per il retail illimitata, alle solite condizioni, una per gli istituzionali a condizioni meno favorevoli e con un tetto – afferma una fonte d’agenzia. Il primo collocamento sarà riservato agli investitori retail e, come per le precedente edizioni del BTP Italia, non avrà un tetto massimo d’offerta. Come nelle precedenti edizioni sarà assicurato un premio fedeltà a chi detiene il titolo fino a scadenza e una commissione di 30 centesimi all’intermediario che raccoglie l’ordine dell’investitore. Per il collocamento riservato agli istituzionali non dovrebbe invece essere previsto né il premio fedeltà né il premio al collocatore, mentre dovrebbe essere imposto un limite massimo all’offerta, al fine di evitare che la domanda complessiva raggiunga come in passato cifre giudicate eccessive dal Tesoro. Lo scorso novembre l’ultimo BTP Italia, nonostante la chiusura anticipata dopo un giorno e mezzo, è stato collocato per 22,3 miliardi di euro, ben sopra il target ufficioso del Tesoro entro i 10 miliardi. Nelle cinque emissioni di Btp Italia nel biennio 2012/2013 sono stati raccolti complessivamente oltre 66 miliardi. Secondo le fonti i due collocamenti del nuovo BTP Italia, che dovrebbe avere scadenza aprile 2020, avverranno in giorni diversi. Il collocamento dovrebbe avvenire entro Pasqua – riferiscono le fonti – forse la durante la prima settimana di aprile, perché dopo ci saranno le aste e poi Pasqua e i ponti.

 

Il Tesoro punta a raccogliere 30 miliardi coi nuovi BTP Italia

 

Nelle linee guida per il 2014 il Tesoro ha preannunciato due emissioni di BTP Italia nel corso dell’anno. [fumettoforumleft]Si prevede che sulle due emissioni (l’altra sarà probabilmente a novembre), il Tesoro punti a raccogliere fino a 30 miliardi complessivi, anche se molto dipenderà da come va il funding nel corso dell’anno. L’obiettivo del Tesoro per questo Btp Italia sarà quindi di 10-15 miliardi. Sul mercato secondario, si registrano prese di beneficio sui BTP Italia già emessi in vista dell’arrivo del nuovo titolo. Il Btp Italia novembre 2017, cedola 2,15%, tratta sul mercato in calo di circa 37 centesimi, in area 102,31, per un rendimento dell’1,50%.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Titoli di Stato Italiani, BTP Italia