'Btp consolida, equilibrio instabile fino a Def-

Btp consolida, equilibrio instabile fino a Def

Il rally recente dei titoli di Stato italiani "richiede conferme ufficiali e cifre sulla legge di Bilancio per essere sostenuto

di , pubblicato il
Il rally recente dei titoli di Stato italiani

Lo spread Btp/Bund, dopo una contrazione di quasi 40 punti in tre sedute, ha aperto oggi la sessione in allargamento a 267 punti base. Sul movimento pesa il cambio di benchmark al titolo in scadenza a dicembre 2028, che ha un rendimento più alto.

Più in generale il mercato è in una fase “di stabilizzazione dopo l’ottima performance dei giorni scorsi e in questo percorso rientrano anche prese di profitto” di chi ha guadagnato nelle ultime sedute, commenta uno strategist di Ig ad MF-DowJones. La volatilitá del mercato è amplificata da fatto che gli investitori “stanno speculando su parole e dichiarazioni, e non su fatti e numeri”, continua lo strategist, secondo cui i Btp, fino alla pubblicazione del Def, “rimarranno suscettibili e saranno guidati dalle dichiarazioni dei politici”, in un senso e nell’altro. Secondo l’esperto, sono da monitorare in particolare le parole di Luigi Di Maio e Matteo Salvini “che hanno dimostrato di essere in grado di guidare il mercato con le loro dichiarazioni”.

Da qui a fine mese, quando sará presentata la legge di Bilancio, “se non ci saranno incidenti di percorso”, lo spread Btp/Bund “potrebbe arrivare a rosicchiare altri punti, attestandosi sotto 240 punti base”, spiega uno strategist di Ig. Guardando piú avanti alla legge di bilancio vera e propria “se il risultato fosse positivo, con un deficit lontano dalla soglia del 3%, ci sarebbe lo spazio per un rally significativo”, conclude l’esperto. Il rally recente dei titoli di Stato italiani “richiede conferme ufficiali e cifre sulla legge di Bilancio per essere sostenuto”, commentano gli analisti di Mizuho, secondo cui altrimenti i Btp “rimarranno vulnerabili alle prese di profitto”.

Gli esperti sostengono però come “gli investitori hanno una maggiore fiducia nei confronti dell’Italia” dopo le ultime sedute.

Argomenti: