Btp: ancora incertezza e pressioni in vista su Italia

E' nell'interesse sia della Commissione Europea che del governo italiano raggiungere un compromesso sulla legge di bilancio

di Mirco Galbusera, pubblicato il
E' nell'interesse sia della Commissione Europea che del governo italiano raggiungere un compromesso sulla legge di bilancio

“Gli obiettivi di deficit di bilancio del governo italiano per il 2019-2021 hanno deluso sia gli investitori che la Commissione Europea”, spiega Mohammed Kazmi, Portfolio Manager e Macro Strategist di Ubp, “poiché mettono in discussione l’impegno della coalizione populista per la sostenibilità del debito”.

Guardando al futuro, spiega l’esperto, “anche se le valutazioni possono sembrare più interessanti, vediamo ancora diverse questioni irrisolte che devono essere affrontate prima di considerare la possibilità di aggiungere nuovamente il rischio italiano ai nostri portafogli”. In primo luogo, c’è la bocciatura da parte della Commissione europea. I commenti da parte dei membri del governo “continuano a suggerire che questi non sono ancora disposti a cedere, il che fa perdurare il rischio di un’ulteriore escalation di tensioni da qui in poi”, avverte Kazmi. In secondo luogo, venerdì è attesa la reazione di S&P alla legge di bilancio. “In questo frangente, una qualsiasi azione superiore a un downgrade di un livello sarebbe presa negativamente dagli investitori”, aggiunge l’esperto. Secondo Kazmi, “data la fluidità degli sviluppi, ci aspettiamo che S&P segua le orme di Moody’s e si muova di una tacca al massimo in questa fase, in attesa di ulteriori informazioni”.

Inoltre, prosegue l’esperto, “riteniamo che sia nell’interesse sia della Commissione Europea che del governo italiano raggiungere una sorta di compromesso sulla legge di bilancio, invece di alimentare una ulteriore e più forte ondata di pessimismo”. Tuttavia, “la situazione potrebbe peggiorare prima di migliorare”, conclude Kazmi, “in quanto i membri del governo hanno citato uno spread di 400 punti base come livello al quale sarebbero costretti ad adeguare i loro piani di bilancio, il che suggerisce che da parte loro potrebbero non esserci passi indietro imminenti”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp