Btp 10 anni, rendimento in rialzo dopo aste titoli di stato

Collocati anche Btp a 5 anni e CCteu 2023 con rendimenti in rialzo. Buona la domanda degli investitori e spread a 127 punti

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Collocati anche Btp a 5 anni e CCteu 2023 con rendimenti in rialzo. Buona la domanda degli investitori e spread a 127 punti

Dopo l’asta Bot a sei mesi di ieri, sono stati assegnati oggi Btp a media e lunga scadenza offrendo rendimenti in rialzo. Venduti dal Mef anche CCTeu 2023 per un totale complessivo di 7,75 miliardi di euro di titoli di stato. Nel dettaglio, il Tesoro italiano ha collocato 2,25 miliardi di euro di Btp a 5 anni (IT0005175598) con un rendimento dello 0,49%, in rialzo rispetto allo 0,34% di fine marzo, 2,5 miliardi di Btp a 10 anni (IT0005170839) all’1,51% dall’1,24% e 3 miliardi di Ccteu 2023 (IT0005185456) allo 0,59%. Secondo gli operatori, le aste sono andate bene, senza problemi sul fronte delle coperture. I rendimenti sono saliti, ma il movimento rispecchia semplicemente il trend visto sul secondario negli ultimi giorni con un po’ di tensione in più sui periferici per via delle tensioni politiche in Spagna e in Grecia e anche un po’ per i timori legati alla Brexit.  Si conferma così la divergenza fra rendimenti dei titoli di stato a breve termine e quelli a medio e lungo termine.   A incidere sul risultato delle aste Btp odierne, c’è anche il messaggio accomodante della Fed. L’istituto centrale Usa, pur lasciando la porta aperta a un ritocco verso l’alto dei tassi a giugno, ha segnalato di voler procedere con gradualità e senza fretta dopo la prima stretta in un decennio varata a dicembre. Così, sul secondario, il tasso del decennale italiano di riferimento, ovvero il Btp dicembre 2025 è sceso a 1,49% da 1,51% della chiusura di ieri mentre lo spread con l’analoga scadenza del Bund si allarga a 127 punti base da 123 punti base della chiusura di ieri, complice la discesa più pronunciata dei tassi tedeschi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Btp

I commenti sono chiusi.