Bruxelless vuole bloccare acquisto bond russi come sanzioni Ue

L’unione Europea potrebbe impedire ai residenti l’acquisto di titoli di stato di Mosca in risposta all’acuirsi delle tensioni in Ucraina

di Mirco Galbusera, pubblicato il
L’unione Europea potrebbe impedire ai residenti l’acquisto di titoli di stato di Mosca in risposta all’acuirsi delle tensioni in Ucraina

Potrebbe esserci anche il divieto per gli europei di acquistare nuovi titoli di Stato russi nel pacchetto di nuove sanzioni contro Mosca che gli ambasciatori dell’Ue iniziano a discutere oggi. Lo riferiscono tre fonti europee. Il vertice europeo di sabato ha stabilito la necessità di un inasprimento delle sanzioni contro la Russia qualora questa non ritiri le proprie truppe regolari coinvolte direttamente negli scontri in corso in Ucraina. I leader europei – scrive Reuters -hanno chiesto alla Commissione di preparare un pacchetto di nuove misure entro una settimana, partendo dai provvedimenti già decisi lo scorso luglio, che colpiscono i settori energetico, della difesa e bancario. “Ho sentito che un divieto sugli acquisti di bond governativi russi potrebbe rientrare nel nuovo pacchetto” ha detto una delle fonti, vicina ai lavori preparatori, aggiungendo che tra le altre misure allo studio ci sono restrizioni più pesanti sulle cosiddette tecnologie ‘dual use’, ovvero con possibili applicazioni sia in campo civile sia militare, insieme a nuovi vincoli sui materiali per l’esplorazione energetica.   Il divieto avrebbe un effetto boomerang per gli investitori   [fumettoforumright]Una misura – commentano a caldo gli operatori – che sembra però colpire più gli investitori europei che neanche lo Stato russo. A fronte di rendimenti prossimi allo zero in Europa e della imminente iniezione di liquidità nel sistema finanziario da parte della BCE, questa misura restrittiva andrebbe a colpire gli investitori istituzionali e i fondi d’investimento che ultimamente hanno diversificato i propri investimenti verso Mosca. La Russia gode di rating BBB- per i canoni di Standard & Poor’s – osserva un trader – e i sui bond sono regolarmente scambiati in tutte le sale operative bancarie italiane ed europee. Bloccare o limitare l’acquisto di questi strumenti finanziari sarebbe un’assurdità che potrebbe avere contraccolpi, non solo a livello finanziario, ma a che a livello economico in Europa. 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Obbligazioni High Yield, Bond in dollari USA, Ratings, Bond Russia, Titoli di Stato Italiani