Brexit, come scommettere sui bond in sterline

Le obbligazioni BEI in sterline (XS1416470323) offrono un rendimento del 1,30% per cinque anni. Tutti i dettagli

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Le obbligazioni BEI in sterline (XS1416470323) offrono un rendimento del 1,30% per cinque anni. Tutti i dettagli

La Brexit si avvicina e la sterlina s’indebolisce nei confronti dell’euro. Se la Gran Bretagna dovesse decidere l’uscita dalla Ue con il prossimo refrendum del 23 giugno, è probabile che la valuta s’indebolisca ulteriormente, anche perché il paese resterebbe isolato dal contesto economico e commerciale europeo. Da inizio anno la sterlina inglese (Gbp) si è indebolita nei confronti dell’euro del 8%, ma – secondo gli esperti di cambio – in caso di Brexit il valore della moneta britannica potrebbe perdere ancora terreno fino a raggiungere la parità con l’euro. Molti money manager hanno già preso posizione alleggerendo i propri portafogli di assets emessi in sterline, ma tanti altri stanno cominciando ad acquistare obbligazioni denominate in Gbp, meglio se collocate da emittenti internazionali. Per l’investitore comune, però, acquistare bond in sterline non è sempre facile, vuoi per la scarsità di collocamenti in tale valuta, vuoi per il taglio minimo di negoziazione che spesso supera i 100.000 Gbp.

 

Obbligazioni BEI 1,125% 2021 in sterline inglesi

 

Allo scopo, segnaliamo una obbligazione appena collocata dalla Banca Europea degli Investimenti (BEI) di durata quinquennale e che è comodamente acquistabile per importi di 1.000 Gbp. Si tratta per l’appunto del bond BEI a tasso fisso 1,125% 2021 (codice ISIN XS1416470323) da 1 miliardo di sterline, negoziabile comodamente anche sul MOT di Borsa Italiana dal 7 giugno 2016. L’obbligazione senior, emessa da BEI il 26 maggio scorso, gode della massima reputazione da parte delle agenzie di rating (AAA), paga un coupon annuale del 1,125% e va a rimborso in unica soluzione il 7 settembre 2021. Il titolo è abbastanza liquido e al momento quota 99 per un rendimento che supera 1,3%.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Bond in sterline inglesi, Obbligazioni sovranazionali