Bper: con Anthilia sottoscrive bond emessi da Orva

Il bond consentirà al gruppo ravennate di completare gli investimenti per il nuovo stabilimento di Bagnacavallo

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Il bond consentirà al gruppo ravennate di completare gli investimenti per il nuovo stabilimento di Bagnacavallo

Assieme a Bond Impresa Territorio e a Bit Parallel – fondi di Anthilia che investono in bond appositamente creati da Anthilia Capital Partners sgr per le Pmi italiane – Bper ha sottoscritto i prestiti obbligazionari emessi da Orva.

Quest’ultimo, spiega una nota, è uno dei principali player italiani nel settore dei sostitutivi del pane, con un portafoglio clienti che comprende partner industriali e insegne della distribuzione organizzata, per le quali si realizzano sia linee private label sia prodotti branded attraverso otto marchi proprietari. Nel 2017 il valore della produzione è stato di 40,9 milioni.

 

Le obbligazioni Orva sono state emesse in due traches

 

L’emissione ripartita in due tranche. La prima è stata sottoscritta dai fondi di Anthilia per un importo di 5 milioni di euro, ha scadenza 30 novembre 2023. Prevede un rendimento del 5,3% e un rimborso amortizing con diciotto mesi di pre-ammortamento. Ha garanzia Fei ed è assistita dalla linea di credito di firma per il sostegno delle Pmi denominata ‘InnovFin Sme Guarantee Facility’ con il supporto finanziario dell’Ue. Il beneficio della garanzia, sotto forma di miglior rating, permette all’emittente di finanziare il proprio progetto a un minor costo di indebitamento complessivo e al gestore del Fondo di ridurre il rischio di credito. La seconda tranche è stata invece sottoscritta dai fondi di Anthilia per 0,4 milioni e da Bper Banca per 0,6 mln. Anch’essa scade il 30 novembre 2023, ma prevede un rimborso amortizing con un anno di pre-ammortamento e riconosce un rendimento del 6,5%.

Il bond consentirà al gruppo ravennate di completare gli investimenti per il nuovo stabilimento di Bagnacavallo, operativo dal 2017. Il percorso di crescita avviato ha già permesso a Orva di raddoppiare la capacità produttiva e caratterizzarsi per l’eccellenza e l’innovatività delle tecnologie utilizzate. L’azienda – che negli ultimi 12 mesi ha incrementato gli organici di oltre 70 persone – prevede a breve ulteriori assunzioni.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti