BOT semestrali: tassi in ribasso, scarso interesse in attesa del nuovo BTP Italia

Il Tesoro assegna 8 miliardi di titoli a breve termine con rendimento al 0,70%. Risparmiatori e investitori aspettano con trepidazione il collocamento del BTP Italia la prossima settimana

di , pubblicato il
Il Tesoro assegna 8 miliardi di titoli a breve termine con rendimento al 0,70%. Risparmiatori e investitori aspettano con trepidazione il collocamento del BTP Italia la prossima settimana

Prosegue la tornata di aste di titoli di stato di fine mese indette dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. Dopo aver fatto il pieno con l’asta di CTZ e Btpi nella giornata di ieri, il Tesoro ha collocato oggi sul mercato Bot a 6 mesi, ma senza grande entusiasmo, anche perché ormai il rendimento reale è praticamente nullo. In asta sono andati titoli per 8 miliardi di euro con maturazione a 182 giorni e scadenza 30 aprile 2014, in sostituzione di 9,4 miliardi di euro di altrettanti titoli di prossima scadenza. E, come ampiamente scontato dal mercato, i tassi a breve sono scesi sotto quota 0,70%, nonostante il clima di incertezza che ancora regna in Italia circa le prossime mosse che il governo dovrà adottare nella legge di stabilità per evitare ulteriori appesantimenti fiscali sulla prima casa dopo il recente aumento dell’Iva al 22%. Importanti misure che non hanno ancora trovato adeguata copertura finanziaria e che non hanno mancato di riflettersi sullo spread Btp Bund, che fatica a scendere sotto i 240 punti. Nuove imposte non se ne possono più mettere, pena l’aumento delle tensioni sociali. D’altro canto, nessuno si rassegna a rinunciare ai consolidati privilegi statali e i tagli alla spesa pubblica che si invocano da ogni parte restano ancora una chimera. Sullo sfondo resta infine alta l’attenzione per ciò che verrà comunicato mercoledì dalla Fed dopo la due giorni di meeting di politica monetaria del Fomc. Se da una parte la pressione fiscale resta alta e soffoca la ripresa, dall’altra il fatto che probabilmente la Fed terrà in essere il suo programma di stimolo ancora per un po’ darà forza ai mercati.

 

APPROFONDISCI – Domani e mercoledì il Fomc Fed. Quali tempi per il tapering?

 

Bot semestrali, il rendimento scende ancora: ora siamo allo 0,629%

 

24514670_rendimenti-dei-bot-semestrali-dal-massimo-al-minimo-storico-10

Gli investitori mantengono comunque fiducia nelle finanze pubbliche italiane: solo un anno e mezzo fa i BOT semestrali rendevano il 6,50%, ora siamo scesi abbondantemente sotto l’1%. L’asta odierna ha infatti visto i Bot a sei mesi segnare un tasso lordo finale dello 0,629% contro lo 0,781% dell’asta di fine settembre, quindi in ribasso, ma ancora lontani dai minimi di maggio (vedi grafico). Alla data dello scorso 30 settembre del 2013, risultavano in circolazione Bot per 164,41 miliardi di euro così ripartiti: 100,18 miliardi di euro di Buoni Ordinari del Tesoro con scadenza a dodici mesi, 55,72 miliardi di euro di Bot con la scadenza a sei mesi, e 8,5 miliardi di euro di Buoni Ordinari del Tesoro flessibili. Secondo la Banca d’Italia, circa il 60% dei titoli di debito pubblico nazionale è di proprietà degli italiani, di cui il 46% in mano alle banche e il restante 14% in mano a famiglie di risparmiatori. Percentuale che è andata incrementandosi rispetto a due anni fa quando la speculazione faceva temere il peggio per la tenuta delle finanze pubbliche. Termometro indicatore dello stato di salute delle finanze rimane il BTP decennale il cui tasso, dopo un’apertura in rialzo a 4,23%, è sceso a 4,19% dal 4,22% del finale di seduta di venerdì. L’andamento è simile a quello del bund decennale e dunque lo spread è migliorato solo leggermente a 245 punti base dai 247 della chiusura di venerdì scorso , allontanandosi dal massimo dall’11 ottobre segnato venerdì stesso a 248 punti base.

 

BTP Italia, quinta edizione,  al via la prossima settimana

 

48084

Intanto il Ministero dell’Economia e le banche italiane stanno finalizzando i preparativi per dare il via al lancio della quinta emissione del BTP Italia. La nuova edizione del Btp Italia, guidata da Mps e Bnp Paribas, sarà sottoscrivibile dagli investitori da martedì 5 a venerdì 8 novembre prossimi, con la possibilità per il Tesoro di chiudere anticipatamente il collocamento, già alle ore 14 del secondo giorno d’offerta.

Secondo i tecnici del Ministero, complice anche la distensione della volatilità sui mercati, è molto probabile che il collocamento si chiuderà anticipatamente, anche perché le esigenze di rifinanziamento dello Stato si stanno spostando tendenzialmente più sulla parte lunga della curva. L’ultima edizione del BTP Italia era terminata con oltre 17 miliardi di euro raccolti, cosa che rischierebbe di diventare troppo onerosa se si ripetesse in questo momento, tenuto conto che il rendimento minimo del BTP Italia sarà presumibilmente del 2,25% con premio fedeltà dello 0,04% per chi deterrà i titoli in portafoglio per l’intera durata del prestito. [fumettoforumright]

 

APPROFONDISCI – Nuovo BTP Italia quinta emissione pronto per novembre. Cedola minima al 2,25%

Argomenti: , ,