Bond, Unicredit lancia subordinato da 1 miliardo. Caratteristiche e risultati del collocamento

Piazza Cordusio brinda al ritorno delle obbligazioni Lower Tier 2 con richieste superiori al triplo. Il titolo ha una durata di 12 anni e pagherà una cedola fissa del 5,75%.

di , pubblicato il
Piazza Cordusio brinda al ritorno delle obbligazioni Lower Tier 2 con richieste superiori al triplo. Il titolo ha una durata di 12 anni e pagherà una cedola fissa del 5,75%.

Coi mercati obbligazionari in grande spolvero le banche suonano la carica e tornano a collocare bond. La scorsa settimana c’è stato un proliferare di emissioni garantite a livello nazionale e internazionale, ma sembra che siamo solo all’inizio. I tassi bassi e il lento ritorno di fiducia sui mercati del debito in Europa stanno ridando ossigeno ai collocatori per rinnovare finanziamenti in scadenza e per cogliere opportunità che solo sei mesi fa erano impensabili. Così, oggi a suscitare interesse è il gruppo bancario Unicredit che ha aperto i libri, sia per il collocamento di un covered bond da 500 milioni attraverso la propria controllata Unicredit Bank Austria, sia per l’emissione di un nuovo prestito subordinato a 12 anni. Quest’ultimo, in particolare, è stato ben accolto dal mercato con domande per oltre 3,25 miliardi di euro a fronte di una richiesta per un miliardo tondo e ha suscitato l’interesse degli investitori istituzionali essendo il primo bond Lower Tier II collocato da un istituto di credito italiano dal 2011.

 

Obbligazioni Unicredit 5,75% 2025 callable in dettaglio

Non ci sono stati problemi ad assegnare il nuovo titolo obbligazionario di Unciredit per 1 miliardo di euro. I vertici di piazza Cordusio, insieme a Commerzbank, Goldman Sachs, Morgan Stanley, RBS e la stessa Unicredit, hanno emesso un bond a 12 anni Tier 2. Si tratta del primo nuovo euro bond callable emesso da un istituto periferico dal 2011. [fumettoforumright]Il titolo, emesso per un miliardo, con cedola 5,75%, è stato prezzato a 99,91 al reoffer, con un rendimento di 410 punti base su midswap (Isin XS0986063864). La data di regolamento è il prossimo 28 ottobre. Il titolo ha scadenza il 28 ottobre 2025, ha rating BBB secondo S&P ed è negoziabile per tagli minimi da 100.000 euro.

Sarà negoziabile dal 28 Ottobre presso la borsa del Lussemburgo, ma nel frattempo è scambiabile Otc intorno a 99,60. Il collocamento ha avuto un enorme successo – commentano gli operatori – i quali aggiungono: “siamo ragionevolmente fiduciosi che Unicredit riuscirà a convivere con l’asset quality review della Bce, ma siamo meno sicuri relativamente agli stress test” in riferimento alle nuove regole Eba, che oggi ha reso noti i criteri in base ai quali si cercherà di utilizzare valori omogenei nei prossimi test europei per evitare che gli istituti di credito possano far riferimento a definizioni nazionali e mistificare il vero stato dei loro bilanci.

Argomenti: , , ,