Bond: tutto fermo in attesa di Powell (Fed)

Spread Btp/Bund fermo: gli investitori attendono indicazioni dal presidente della Fed, Jerome Powell, al Congresso Usa

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Spread Btp/Bund fermo: gli investitori attendono indicazioni dal presidente della Fed, Jerome Powell, al Congresso Usa

Lo spread Btp/Bund tratta poco mosso a 219,529 punti base rispetto ai 220,484 pb della chiusura di ieri. Gli investitori attendono l’audizione del presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, al Congresso Usa, che sará “l’evento principale” della giornata, afferma Vladimir Miklashevsky, economista senior di Danske.

Comunque sia, l’esperto non si aspetta che il numero uno della Fed “dia nuovi segnali” e prevede che l’Istituto alzerá probabilmente i tassi di interesse altre due volte quest’anno, una a settembre e una a dicembre. Sul primario intanto Berlino collocherá oggi fino a 3 miliardi di euro di Schatz a due anni.

Sul fronte macroeconomico infine la seconda stima dell’inflazione italiana di giugno dovrebbe confermare la salita all’1,4% secondo l’indice nazionale e all’1,5% sulla misura armonizzata (dall’1% precedente in entrambi i casi). Nel mese, i prezzi dovrebbero essere confermati in aumento di tre decimi su entrambe le misure. In prospettiva gli economisti di Intesa Sanpaolo vedono l’inflazione poco variata (in salita di uno-due decimi) nei mesi estivi, ma in accelerazione nell’ultimo trimestre dell’anno, per via soprattutto dell’effetto statistico sull’energia. Tale tendenza potrebbe portare entrambi gli indici di inflazione in area 2% entro la fine del 2018. Nelle stime degli esperti seguirebbe poi una moderazione nel corso del 2019.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Macroeconomia

I commenti sono chiusi.