Bond: titoli Portogallo non più bene rifugio dopo elezioni Italia

Per gli analisti, il rally delle ultime settimane dei titoli di Stato del Portogallo inizia a sembrare eccessivo

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Per gli analisti, il rally delle ultime settimane dei titoli di Stato del Portogallo inizia a sembrare eccessivo

Lo status di bene rifugio di cui godono attualmente i titoli di Stato del Portogallo nella periferia dell’Eurozona potrebbe terminare a seguito delle elezioni politiche del 4 marzo in Italia. Lo affermano gli economisti di Societe Generale, sottolineando che i buoni del Tesoro decennali di Lisbona trattano con rendimenti inferiori rispetto ai corrispettivi di Roma da dicembre 2017, ma che dopo la tornata elettorale italiana dovrebbero tornare sugli stessi livelli.

Il rally delle ultime settimane dei titoli di Stato del Portogallo inizia a sembrare eccessivo e “chiunque avesse un minimo di discernimento farebbe meglio a esitare seriamente ad acquistare il debito portoghese piuttosto che quello italiano”. Il differenziale di rendimento tra i buoni del Tesoro a scadenza quinquennale di Lisbona e di Roma ha ormai raggiunto livelli “degni di nota”. Tuttavia, aggiungono gli esperti di SG, in vista delle elezioni politiche del 4 marzo, alcuni investitori potrebbero essere preoccupati della forte emissione di bond da parte dell’ Italia.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Bond Portogallo

I commenti sono chiusi.