Bond subordinati MPS: con rischio azzeramento paracadute forse solo al retail

Monte dei Paschi al lavoro sui due grandi dossier: la cessione delle sofferenze e il rafforzamento patrimoniale. In mezzo c'è il destino dei possessori di bond subordinati

di Enzo Lecci, pubblicato il
Monte dei Paschi al lavoro sui due grandi dossier: la cessione delle sofferenze e il rafforzamento patrimoniale. In mezzo c'è il destino dei possessori di bond subordinati

Sono ore di incertezza e apprensione per i possessori di bond subordinati Monte dei Paschi. Gli investitori che detengono questi titoli, infatti, sono finiti in un gioco decisamente più grande di loro la cui posta in palio è il futuro stesso della banca toscana.

Il destino dei possessori di obbligazioni subordinate è legato al modo attraverso il quale saranno risolte le due grandi questioni che rappresentano altrettante spade di Damocle sulla banca toscana: la vendita delle sofferenze bancarie e il rafforzamento patrimoniale.

Questa mattina, a seguito di alcune indiscrezioni di stampa, MPS era tornata ad essere ben comprata da un mercato convinto che oramai, almeno sulla questione degli Npl, si sia arrivati ad un punto di svolta con il Fondo Atlante e JP Morgan pronti a scendere in campo. Nel corso della giornata, però, l’euforia è leggermente venuta fermo restando che Monte dei Paschi è oggi una delle poche banche tinte di verde.

Tutta l’attenzione degli investitori è rivolta al consiglio di amministrazione della banca toscana in agenda oggi e all’esame, da parte del Single supervisory mechanism della Bce, del progetto per la vendita degli Npl e il rafforzamento patrimoniale che è stato elaborato dell’istituto senese (MPS adesso di crede: garanzia pubblica per aumento di capitale?).

L’obiettivo è quello di riuscire ad arrivare ad una soluzione di questa ingarbugliata matassa prima della pubblicazione degli stress test EBA calendarizzata per il prossimo 29 luglio (Stress-test, banche sotto esame BCE: ecco le italiane coinvolte).

 

MPS cessione crediti in sofferenza

Per quello che riguarda la cessione dei Npl, ossia la questione più vicina a una svolta, l’obiettivo è alleggerire la pancia del Monte dei Paschi di circa 10 miliardi di sofferenze che sarebbero svalutate di una percentuale compresa tra il 25 e il 30% dei valore nominale. La svalutazione porterebbe ad un deficit di capitale di circa 2 miliardi di euro.

 

Bond subordinati Monte dei Paschi osservati speciali

Proprio l’effetto svalutazione determinerebbe l’inevitabile necessità di procedere ad un aumento di capitale che, stando alle ultime indiscrezioni dovrebbe aggirarsi attorno ai 4 miliardi di euro. La ricapitalizzazione viene giudicata inevitabile da oramai tutti gli analisti tanto che il vero punto della discordia è solo rappresentato dal ruolo che lo Stato Italiano sarà chiamato a giocare in questa situazione.

Il governo Renzi, in tutti questi giorni, ha sempre provato a far passare il messaggio che l’intervento pubblico va inteso solo come una sorta di ultima ratio alla quale arrivare solo se l’azione dei privati non dovesse bastare. E in effetti, quello a cui si sta lavorando sul fronte del rafforzamento patrimoniale, è proprio la realizzazione di una rete di soggetti privati pronti a fare la loro parte.

Lo Stato, dal canto suo, è perfettamente consapevole che se ci fosse necessità di un’azione pubblica, l’Unione Europea sarebbe pronta a presentare il conto anche agli obbligazionisti subordinati che verrebbero sacrificati in virtù delle regole in vigore.

Il meccanismo che tanto spaventa i possessori dei famosi 8 bond subordinati di Monte dei Paschi, quindi, è lungo ma automatico ed è proprio l’automatismo a far paura (Bond subordinati MPS: 8 emissioni a rischio azzeramento con bail in). Per questo motivo si sta già lavorando ad un paracadute che prevede, a fronte dell’azzeramento dei bond, anche un possibile successivo rimborso che comunque, vista la portata della posta in gioco, riguarderebbe allora solo gli investitori retail.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Banca MPS, Obbligazioni subordinate

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.