Bond subordinati: Creval sfida il mercato e prepara lancio Tier 2

Al via roadshow per lancio nuova obbligazione subordinata Credito Valtellinese prima dell’assemblea dei soci a ottobre

di , pubblicato il
Al via roadshow per lancio nuova obbligazione subordinata Credito Valtellinese prima dell’assemblea dei soci a ottobre

Il Credito Valtellinese pensa a un nuovo bond subordinato. Creval ha infatti dato mandato a un gruppo di banche internazionali di organizzare una serie di incontri con investitori europei finalizzati al lancio di un’obbligazione subordinata di tipo Tier2, denominata in euro.

Non è certo il momento più propizio per collocare obbligazioni subordinate sul mercato, ma sembra che l’operazione sia destinata a fare provvista di capitale in vista di importanti appuntamenti che il Credito Valtellinese ha in calendario.

Alla fine del mese di ottobre, infatti, l’assemblea dei soci sarà chiamata a deliberare la trasformazione in s.p.a. e il raggruppamento delle azioni in ragione di 10 a 1, preludio per quello che probabilmente sarà un aumento di capitale nel 2017. Vi è poi la redazione del nuovo piano industriale che, stando a rumors, prevede una forte razionalizzazione dei costi e la chiusura di decine di sportelli, oltre al esodo volontario di molti dipendenti.

Obbligazioni Creval subordinate rendono 3,75% a un anno

Il roadshow per il nuovo bond Creval comincerà martedì prossimo, 27 settembre, e l’eventuale lancio del bond, nell’ambito dell’attuale programma Emtn della banca, dipenderà dalle condizioni di mercato. La size proposta dovrebbe aggirarsi intorno a 150 milioni di euro, ma potrebbe salire in base alla risposta degli investitori e al tasso d’interesse offerto. Il funding servirà anche per rimborsare l’obbligazione subordinata 5,25% 2017 (codice ISIN IT0004847957) in scadenza fra un anno, il cui rendimento si è schiacciato ultimamente intorno al 3,75%. Creval ha rating BB con outlook stabile per Fitch e BBB (low) con outlook negativo per Dbrs. I lead manager incaricati sono Bnp Paribas, Deutsche Bank, Goldman Sachs, Natixis e UniCredit.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,