Bond: spread torna sopra 300 in attesa verdetto su manovra

Lo spread viaggia a 302 punti base senza segnali di eccessivo nervosismo sia sull'obbligazionario italiano che su quello europeo

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Lo spread viaggia a 302 punti base senza segnali di eccessivo nervosismo sia sull'obbligazionario italiano che su quello europeo

Lo spread Btp/Bund tratta in allargamento ed è tornato sopra quota 300 punti base, ma senza movimenti bruschi, con l’attenzione degli investitori sulla manovra italiana che sará sottoposta domani nella sua ultima versione all’esame della Commissione europea. Nello specifico il differenziale viaggia a 301,959 punti base rispetto ai 297,793 pb della chiusura di venerdì, senza segnali di eccessivo nervosismo sia sull’obbligazionario italiano che su quello europeo.

“Anche se ci sono stati scarsi segnali di allentamento delle tensioni” tra Roma e Bruxelles, “dubitiamo che” il Governo “giocherá pesante lasciando la sua bozza di bilancio completamente invariata”, affermano gli strategist di Commerzbank. Lo spread Btp/Bund tratta nello stesso range, compreso tra il 2,8% e il 3,4%, dallo scorso 8 ottobre e non sembra che ci siano catalizzatori che possano spingerlo al di fuori di questa forchetta, sottolineano gli strategist di Societe Generale. “Non vediamo alcunchè che possa portare” il differenziale “al di fuori di questo range”, evidenziano gli esperti.

Infine sul primario l’Italia andrà oggi a collocare fino a 5,5 miliardi di euro di Bot a 1 anno, antipasto delle aste di Btp di domani.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp