Bond: spread stabile, focus resta su Legge Bilancio Italia

Lo spread Btp/Bund tratta a 235 punti base. Gli investitori riflettono sulle parole di Draghi e tornano a focalizzarsi sulla legge di bilancio

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Lo spread Btp/Bund tratta a 235 punti base. Gli investitori riflettono sulle parole di Draghi e tornano a focalizzarsi sulla legge di bilancio

Lo spread Btp/Bund tratta poco mosso a 235 punti base rispetto ai 236 pb della chiusura di ieri, ma l’attenzione sui conti dell’Italia e sulla prossima Legge di Bilancio resta alta dopo le parole di ieri del presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi.

Negli ultimi mesi le parole sono cambiate parecchie volte. Quello che noi aspettiamo adesso sono i fatti. Il fatto principale è la Legge di Bilancio, e non solo questo, ma anche la seguente discussione parlamentare” sul budget. “Dobbiamo vedere come sará e a quel punto i risparmiatori, i mercati dei capitali e gli investitori si faranno la loro idea“, ha affermato Draghi. “Sfortunatamente però“, ha puntualizzato il presidente, “le parole hanno fatto qualche danno. I tassi di interesse sono saliti e sono aumentati per le famiglie e per le imprese” i costi dei finanziamenti.

L’Italia è una democrazia. Si è votato ed è nato un Governo. Il processo decisionale in tutte le democrazie dell’area euro segue regole specifiche, che permettono ai Governi di seguire strade diverse. Ma abbiamo anche regole comuni e condivise pensate per proteggere l’euro. L’Italia sa esattamente ciò che implicano queste regole e cosa significano. Accolgo con favore gli impegni del ministro Tria e di altri esponenti di governo”, ha invece affermato il ministro delle Finanze portoghese e presidente dell’Eurogruppo, Mario Centeno, riferendosi anche a “quello che ha detto Salvini la settimana scorsa. Dichiarazioni rassicuranti“. Quanto alle scelte di politica economica dell’Italia, “sappiamo che tutte le economie funzionano molto meglio senza rischi e incertezze. Per questo“, ha sottolineato Centeno, “avanzare passo passo è un buon metodo. Va fatto capire ai cittadini, ai partner europei e ai mercati che si sta seguendo un percorso chiaro“. “È importante creare una spinta positiva quando l`Italia presenta i suoi piani di bilancio, che generi fiducia. Avete giá fatto moltissimo, siete stati leader nella riduzione dei rischi, per esempio sui crediti deteriorati e il rafforzamento delle banche. Questo ha reso le nostre discussioni nell`area euro piú facili. Certo se uno si muove in direzione opposta, ottiene i risultati opposti. Ma credo che tutti cerchino di dare un contributo positivo“, ha concluso Centeno.

Nel frattempo l’obbligazionario europeo tratta poco mosso dopo la riunione della Bce che ha confermato la fine del Qe a dicembre e ha rivisto leggermente al ribasso le stime di crescita del Pil dell’Eurozona, lasciando invariate quelle sull’inflazione. “La nostra interpretazione” è che la Banca “sta raccontando una storia di un’economia dell’area euro che sta ancora crescendo comodamente, con un’inflazione che probabilmente resterá vicina al target, permettendo all’Istituto un rialzo dei tassi di interesse a settembre 2019“, affermano gli analisti Dui Mizuho.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp