Bond: spread in lieve contrazione in attesa inflazione

Lo spread tratta in lieve contrazione a 123 punti base in attesa dei dati macro odierni

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Lo spread tratta in lieve contrazione a 123 punti base in attesa dei dati macro odierni

Prosegue la fase positiva dell’obbligazionario italiano nonostante l’impasse politica del Paese. Lo spread tratta infatti in lieve contrazione a 123,05 punti base rispetto ai 124,71 pb della chiusura di ieri in attesa dei dati macro odierni. In particolare la stima definitiva dovrebbe confermare l’aumento dell’ inflazione dell’Eurozona all’1,4% da un precedente 1,1%, prevedono gli economisti di Intesa Sanpaolo, puntualizzando che sul mese i prezzi al consumo dovrebbero essere confermati in crescita dell’1% m/m, in larga misura su un rialzo dei prezzi interni compensato dalla  moderazione dei prezzi energetici e degli alimentari.

L’inflazione core invece dovrebbe essere è salita di un decimo all’1,3%. Nei prossimi mesi gli esperti si aspettano un graduale rialzo dell’inflazione dell’Eurozona verso l’1,6-1,7% in autunno. Quella core dovrebbe tuttavia oscillare intorno all’1,3% e muovere in modo piú deciso verso l’1,6% solo nel 2019. Nel frattempo però il membro della Bce, Ardo Hansson, si è detto piú fiducioso su di un ritorno dell’inflazione al target nel medio termine facendo eco alle parole del capo economista della Banca, Peter Praet. “I commenti arrivano dopo una serie di sorprese negative dai dati e fanno ritenere come per il momento” l’Istituto “non abbia alterato in maniera significativa la valutazione positiva dello scenario macro“, commentano gli economisti di Intesa Sanpaolo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp