Bond: spread in netta contrazione ma c’e’ cautela

Il Governo italiano ha assicurato nuovamente che il deficit si attesterá al di sotto del 3% del Pil nel 2019. Btp decennale sotto il 3%

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Il Governo italiano ha assicurato nuovamente che il deficit si attesterá al di sotto del 3% del Pil nel 2019. Btp decennale sotto il 3%

Il rendimento del Btp decennale tratta in netto calo con lo spread con il Bund in forte contrazione a 252,815 punti base rispetto ai 265,447 pb della chiusura di venerdì. Il Governo italiano ha assicurato nuovamente che il deficit si attesterá al di sotto del 3% del Pil nel 2019. La proposta di bilancio dell’esecutivo di Roma verrá inviata a metá ottobre alla Commissione europea.

La manovra 2019, che l’esecutivo si appresta a varare conterrá dei provvedimenti che “rispetteranno i vincoli di bilancio europei”, ha infatti affermato Giovanni Tria, Ministro dell’Economia, chiudendo i lavori del Forum Ambrosetti. Gli analisti però consigliano cautela in quanto i timori sui conti dell’Italia non sono di certo svaniti. Il budget “continuerá probabilmente a giocare un ruolo dominante nel segmento obbligazionario europeo, con il rischio di una possibile escalation” delle tensioni tra Roma e Bruxelles “che continua a costituire una fonte di incertezza”, puntualizza Pascal Segesser, analista di Dz Bank.

Nel frattempo il rendimento del Bund decennale tratta poco mosso allo 0,4%, con gli occhi degli investitori puntati sulla riunione della Banca centrale europea di giovedì. “I fattori macro saranno il driver questa settimana, con il presidente della Bce, Mario Draghi, che confermerá finalmente il piano di uscita” dal QE, afferma Michael Leister, strategist di Commerzbank. Per l’esperto inoltre il numero uno dell’Istituto di Francoforte potrebbe fornire qualche dettaglio in piú sulla strategia di reinvestimento della Banca, informazione “attesa con impazienza” dal mercato.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp