Bond Spagna sotto pressione ma nessun impatto significativo

Le tensioni spagnole per il referendum in Catalogna non impattano sul rendimento dei bond

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Le tensioni spagnole per il referendum in Catalogna non impattano sul rendimento dei bond

Il mercato obbligazionario Spagnolo è sotto pressione in scia alle tensioni sfociate in Catalogna dopo l’arresto da parte della Guardia Civil di alcuni deputati catalani e il sequestro dei documenti preparatori per il referendum sull’indipendenza della regione. I rendimenti dei titoli di stato spagnoli (Bonos) continuano infatti a mostrare segni di forza e non accusano cedimenti nei prezzi.

 

Nel caso in cui le tensioni dovessero inasprirsi ulteriormente, i rendimenti sui titoli di Stato spagnoli a 10 anni potrebbero aumentare di 30-40 punti base, senza riportare un impatto significativo“, dichiara uno strategist di Ig, ritenendo che la situazione in Catalogna possa essere tenuta sotto controllo, considerando che la questione indipendentista catalana non è nuova sulla scena politica interna al Paese e un eventuale referendum sarebbe incostituzionale e non produrrebbe i suoi effetti.

 

Spagna colloca nuovi bond: tassi ancora giù

 

 

Inoltre, la situazione economica spagnola è positiva, dunque un referendum in questo periodo di ripresa potrebbe non avere la portata di massa che avrebbe potuto avere in passato. Infatti, dichiara l’analista, se la la valvola indipendentista fosse esplosa nel 2012, in pieno periodo di crisi economica per la Spagna, le reazioni sarebbero state sicuramente più accentuate. Quest’anno invece la Spagna è il Paese che cresce di più rispetto agli altri Stati periferici dell’Eurozona e ciò potrebbe portare i cittadini catalani a rivedere la propria posizione sul referendum.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.