Bond: si allenta pressione su Btp con ritorno propensione rischio

Le ragioni sono da ricercarsi nella massiccia fuga dal rischio innescata dalla crisi turca e dall'incertezza sulla legge di bilancio italiana

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Le ragioni sono da ricercarsi nella massiccia fuga dal rischio innescata dalla crisi turca e dall'incertezza sulla legge di bilancio italiana

I titoli di Stato italiani continuano ad essere interessati da un’estrema volatilitá. Lo spread è in allargamento a 280,032 punti base, rispetto alla chiusura di martedì a 271,241 pb. Gli ultimi scambi vedono lo spread ancora in allargamento, ma in deciso ritracciamento rispetto al picco della prima ora di seduta, in cui è stata “fortemente colpita la carta italiana“, spiegano gli strategist di Mps Capital Services, secondo cui “il Btp, sul tratto a dieci anni, sui livelli piú alti da quattro anni” intorno al 3,2% di rendimento.

Il movimento, spiegano gli esperti, è iniziato nella seduta di Ferragosto, “caratterizzata da un clima di generale risk off, che ha portato ad acquisti sui titoli core e vendite su quelli periferici“. Oggi la propensione al rischio è in lieve ripresa grazie alle notizie che indicano una possibile distensione tra Usa e Cina sul commercio, oltre alla promessa del Qatar di investire 15 mld usd in Turchia. “Il movimento è iniziato ieri, e il rendimento del decennale è in linea con quanto visto durante gli scambi di Ferragosto sui mercati esteri”, concorda uno strategist. Le ragioni sono da ricercarsi “nella massiccia fuga dal rischio innescata dalla crisi turca, e dai toni decisamente aggressivi nei confronti dell’Europa usati da diversi esponenti dell’esecutivo e dei partiti di maggioranza dopo i fatti di Genova“. Il mercato “continua poi ad essere molto preoccupato in vista dei giudizi da parte delle agenzie di rating e della presentazione della manovra“.

Diversi investitori restano molto preoccupati dalle dichiarazioni di alcuni esponenti della Lega, che lasciano intendere come il partito al governo sia in contrasto con l’Unione Europea“, aggiungono gli analisti di Brown Brothers Harriman. Concordano anche gli analisti di Commerzbank, secondo cui la propensione al rischio sul mercato dei titoli di Stato resta molto flebile, “dato che le notizie da Italia e Turchia continuano a dare preoccupazioni al mercato“, commentano da Commerzbank. Il flusso di notizie rimarrá cruciale, spiegano gli analisti, secondo cui “la fiducia resterá molto fragile nonostante qualche recupero estemporaneo“. In questo contesto “i Btp italiani restano particolarmente vulnerabili, dato che le notizie in arrivo dal mondo politico “aiutano a mala pena“. La liquiditá dovrebbe inoltre restare debole, dato che in molti Paesi europei gli operatori potrebbero estendere fino al weekend le loro vacanze. Giá ieri, “la scarsa liquiditá, durante una giornata che per l’Italia è festiva, ha creato un contesto difficile per il debito italiano“, commenta Michael Leister di Commerzbank. Non sono attesi collocamenti significativi nell’Eurozona per gli ultimi giorni di questa settimana.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp

I commenti sono chiusi.