Bond Safeway in dollari rendono il 7% e sono sicuri

Fra i vari titoli negoziabili per importi popolari, le obbligazioni del colosso USA della grande distribuzione offrono tassi più che interessanti con pochi rischi

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Fra i vari titoli negoziabili per importi popolari, le obbligazioni del colosso USA della grande distribuzione offrono tassi più che interessanti con pochi rischi

L’economia americana accelera. Nonostante le difficoltà sul fronte del credito, il Pil negli Stati Uniti ha ripreso a correre a fine 2013 e inizio 2014. A spingere sono i consumi, che rappresentano i due terzi del prodotto interno lordo degli USA, saliti nel terzo trimestre del 2%, più dell’1,4% inizialmente stimato: un balzo che sembra confermare la solidità della ripresa americana e lascia guardare con ottimismo al quarto trimestre e al 2014. Ecco quindi che investire nei gruppi della grande distribuzione americani non è più un rischio, come anche confermato dai rendimenti delle varie obbligazioni Wal Mart o Mc Donald’s, ormai al lumicino. Ma a parte  grossi calibri, si possono ancora scovare società meno blasonate e comunque redditizie che offrono rendimenti interessanti, anche con investimenti minimi, in un momento di tassi governativi  prossimi a zero e di nuove emissioni con tagli minimi proibitivi per gli investitori retail. Come la catena di supermercati nordamericana Safeway, presente sul mercato con alcune obbligazioni “popolari” a media e lunga scadenza.

 

Obbligazioni Safeway tasso fisso 7,25% 2031

 

typ3

Disponibile per tagli da 2.000 dollari (circa 1.500 euro) con multipli aggiuntivi di 1.000, le obbligazioni Safeway 7,25% 2031 (Isin US786514BA67) offrono al risparmiatore un rendimento lordo a scadenza del 7% circa. Niente male per un bond di una grande corporation americana valutata dagli analisti come “sicura”, cioè in area “investment grade”. Il rating di Standard & Poor’s è infatti BBB, mentre per Moody’s è Baa3 con outlook stabile.  Emesso nel lontano 2001 per 600 milioni di dollari, il bond quarantennale di Safeway è sceso di oltre 20 punti rispetto allo scorso anno (vedi grafico) a causa del calo del giro d’affari nel terzo trimestre del 2013 e delle misure messe in campo dal management per la cessione degli assets in Canada. Ora, però, la catena dei supermercati è entrata nel mirino di alcuni acquirenti americani e potrebbe essere ceduta al fondo Cerberus, secondo le ultime indiscrezioni, entro il 2014. Il bond appare così sottovalutato – secondo gli analisti – anche perché nel 2013 Safeway  [fumettoforumleft]ha realizzato un volume d’affari complessivamente in crescita (+0,2%) a 36,12 miliardi di dollari e per il 2014 ci si attende un ulteriore incremento. Aspettative che sono già state prezzate nei bond Safeway più corti, come il Safeway 5% 2019 (Isin US786514BR92) che al prezzo di 103 offre un rendimento del 4,30% o al bond Safeway 6,35% 2017 (Isin US786514BP37) che prezza 114 e offre uno yield di poco superiore al 1,80%. Le obbligazioni quarantennali sembrano quindi ancora appetibili: la cedola viene pagata semestralmente il 1 febbraio e il 1 agosto di ogni anno e l’emissione è senior unsecured e callable.

 

Safeway e Cerberus insieme per formare un gigante della distribuzione USA

 

grocery

Fondata più di 100 anni fa, nel 1905, Safeway Inc. è la seconda più grande catena di supermercati in Nord America dopo Kroger Co. con 1335 negozi situati negli Stati Uniti centrali e occidentali e nel Canada Occidentale, oltre che in Messico con 200 stores. La società ha sede a Pleasanton in California ed è presente nella lista Fortune 500. Nel 2013 Safeway ha registrato ricavi pari a 36,12 miliardi di dollari (+0,2%) e un utile netto di 3,5 miliardi (596 milioni nel 2012) grazie soprattutto ai proventi della vendita delle attività canadesi (Canada Safeway Ltd). Quotata a Wall Street, Safeway ha sfiorato i 40 dollari per azione quest’anno rispetto ai 15 di due anni fa dopo l’accordo preliminare firmato con Cerberus per la vendita della maggioranza delle azioni per 9 miliardi di dollari. L’operazione porterà a riunire la catena di Cerberus Albertsons, il quinto maggiore gestore di store alimentari negli Usa per quota di mercato, e Safeway, il secondo. Se l’operazione dovesse andare a buon fine, Cerberus riuscirebbe a tenere testa alla concorrente Kroger Co., la prima catena alimentare del Paese, che – dal canto suo – ha reso noto di stare valutando la possibilità di lanciare un’offerta per Safeway

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Obbligazioni High Yield, Bond in dollari USA, Obbligazioni societarie, Ratings