Bond: occhi puntati su Bce, oggi scade ultimatum Madrid

Mercati obbligazionari attendono le mosse della Bce sul quantitative easing. Non meno importante la decisione di Madrid sulla Catalogna

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Mercati obbligazionari attendono le mosse della Bce sul quantitative easing. Non meno importante la decisione di Madrid sulla Catalogna

Lo spread Btp/Bund tratta poco mosso a 163 punti base. Visto il calendario macroeconomico leggero, l’attenzione degli investitori del mercato obbligazionario nella seduta odierna si focalizzerá sui discorsi dei membri della Banca centrale europea, tra cui il presidente Mario Draghi e il capo economista Peter Praet. Gli analisti di Danske Bank fanno notare che le aspettative degli operatori sul tapering si sono spostate verso un’estensione del programma di acquisti di 9 mesi a un ritmo di 30 miliardi di euro al mese.

Il recente marcato calo dei rendimenti dei titoli di Stato dell’Eurozona, sia core che periferici, “ha motivi non del tutto chiari“, fa però notare Giuseppe Sersale, strategist di Anthilia Capital Partners. “Certo la Legge di Bilancio 2018 leggera può aver dato supporto allo spread Btp/Bund, che ancora beneficia del varo, nei giorni scorsi, della nuova legge elettorale. E finchè in Catalonia non succede qualcosa di grave, ci può stare, ma la forza del Bund, senza particolari news sul fronte della Bce, mi lascia perplesso“. Per l’esperto “sembra evidente che il mercato ha sovrastimato parecchio l’effetto tapering d’autunno, e sta correndo ai ripari“.

 

Occhi puntati sulla Catalogna

 

Gli investitori continuano poi a monitorare la situazione in Spagna. Il Presidente della Catalogna, Carles Puigdemont, ha dichiarato che la risposta all’ultimatum di Madrid di ritirare entro domani alle 10h00 la dichiarazione di indipendenza sará la stessa di lunedì ovvero una domanda di maggior dialogo con il Governo centrale e di piú tempo. “La strada sembra obbligata“, commentano gli economisti di Intesa Sanpaolo. “Madrid potrebbe far scattare l’articolo 155 della Costituzione” che prevede il commissariamento della Catalogna, con il passaggio al Governo spagnolo delle competenze della Generalitat. “In generale non mi pare che la situazione si cosi tanto migliorata come scontano i mercati“, conclude Sersale, strategist di Anthilia Capital Partners, evidenziando che “in particolare gli spread periferici, ma anche l’azionario, non stanno risentendo del perdurare di queste tensioni, per ora“.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Btp

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.