Bond: mercati nervosi, la liquidità fa rotta sui bond

La politica commerciale aggressiva di Trump induce gli investitori alla prudenza e spinge la liquidità verso le obbligaizoni

di Mirco Galbusera, pubblicato il
La politica commerciale aggressiva di Trump induce gli investitori alla prudenza e spinge la liquidità verso le obbligaizoni

tse Mib -0,32% a 22.139 punti. “A marzo”, notano gli analisti di Equita Sim, i mercati azionari hanno tentato di recuperare le perdite del mese precedente, ma i timori generati dall`aggressiva politica commerciale dell`amministrazione Trump hanno finito per far prevalere un approccio prudente.

La crescente avversione al rischio ha spinto la liquidità verso i bond, con un conseguente calo dei tassi decennali di 5-10 punti base, mentre la volatilità rimane su livelli doppi rispetto alla media dello scorso anno (VIX 23). Gli aspetti controversi del programma politico di Trump, finora ignorati, cominciano a preoccupare gli investitori, in particolare l`aumento sensibile del deficit e l`inizio di una vera guerra commerciale diretta ora verso la Cina, ma che potrebbe mettere nel mirino in seguito la Germania. A fronte di questi rischi, le valutazioni non offrono secondo noi un adeguato margine di sicurezza e spesso sono giustificate solo dalla compressione dei rendimenti obbligazionari e degli spread corporate causata dal QE delle Banche Centrali. Il nostro approccio resta quindi prudente, nella convinzione che l`upside potenziale non compensi i rischi in questa fase.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Macroeconomia