Bond Italia® 7: da UniCredit altri 300 milioni di finanziamenti alle imprese

Il nuovo Bond Italia® 7 garantirà credito ad aziende localizzate nel Centro-Nord Italia e si affiancherà al Bond del Mezzogiorno

di , pubblicato il
Il nuovo Bond Italia® 7 garantirà credito ad aziende localizzate nel Centro-Nord Italia e si affiancherà al Bond del Mezzogiorno

UniCredit ha collocato sul mercato un nuovoportafoglio di finanziamenti garantiti dal Fondo di Garanzia per le PMI, dell’importo di 300 milioni di euro, a condizioni agevolate e garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI, denominato Bond Italia® 7.

Il plafond di finanziamenti prevede un pre-ammortamento e un periodo di ammortamento fino a 60 mesi e consentirà alla banca di finanziare: investimenti, crescita e liquidità delle aziende (acquisto scorte, pagamento fornitori, spese per il personale). Il Fondo di Garanzia per le PMI, al fine di agevolare l’accesso al credito delle imprese sia piccole e medie che small mid cap, interviene concedendo garanzie su portafogli di finanziamenti, a copertura di una quota delle prime perdite sui portafogli medesimi.

Il nuovo Bond Italia® 7, giunto alla settima edizionegarantirà credito ad aziende localizzate nel Centro-Nord Italiae si affiancherà al Bond del Mezzogiorno, lanciato lo scorso 15 novembre nell’ambito di Sme Initiativeallo scopo di incentivare gli investimenti delle Micro, Piccole e Medie imprese in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Abruzzo, Molise e Sardegna.

Con la nuova edizione di Bond Italia® 7 – afferma Andrea Casini, Co-Head per l’Italia di UniCredit  – completiamo una tranche di finanziamenti al sistema produttivo italiano, confermando il ruolo di UniCredit quale partner strategico sull’intero territorio nazionale per le imprese che vogliono finanziarsi. UniCredit è leader sul mercato, avendo già erogato oltre 2 miliardi di finanziamenti agevolati al sistema produttivo italiano– aggiunge Giovanni Ronca, Co Head per l’Italia di UniCredit – Questa operazione, conferma l’attenzione della Banca alle piccole e medie imprese italiane”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: