Banca IMI: bond in USD, una scommessa contro l’euro forte

Sono in collocamento fino a settembre nuove obbligazioni step up in valuta USA. Cedole crescenti per sei anni e taglio minimo da 10.000 dollari

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Sono in collocamento fino a settembre nuove obbligazioni step up in valuta USA. Cedole crescenti per sei anni e taglio minimo da 10.000 dollari

Banca IMI torna sul mercato obbligazionario con un nuovo prodotto: “Banca IMI Tasso Fisso Step Up in Dollari USA 16.09.2014 – 16.09.2020”. Un’obbligazione studiata per sfruttare un prossimo rafforzamento del dollaro americano nei confronti dell’euro forte in vista della fine degli stimoli monetari lanciati dalla Banca Centrale americana. Da quando la Fed ha annunciato le sue intenzioni di ridurre il programma di stimolo monetario, il dollaro americano ha continuato a rafforzarsi nei confronti dell’euro che, viceversa, rimane ancora troppo forte sui mercati internazionali. Sullo sfondo però si sta disegnando un quadro macroeconomico che vede l’economia europea in frenata e un probabile intervento della BCE con misure non convenzionali (quantitative easing) che indebolirà sicuramente la valuta continentale a beneficio del biglietto verde. Una scommessa contro l’euro forte, quindi, visti anche i risicati tassi d’interesse sul mercato, ci sta tutta in questo momento.   Banca IMI Tasso Fisso Step Up in Dollari USA 16.09.2014 – 16.09.2020   [fumettoforumright]C’è tempo fino al 10 settembre 2014 per poter sottoscrivere le nuove “obbligazioni Banca IMI Tasso Fisso Step Up in Dollari USA 16.09.2014 – 16.09.2020” che verranno emesse dalla banca del Gruppo Intesa San Paolo (rating BBB per S&P e Fitch e Baa2 per Moody’s) nell’ambito dell’ordinaria attività di raccolta dell’Emittente. Più nel dettaglio, si tratta di un’obbligazione senior da 120 milioni di dollari che sarà negoziabile sul Mot ed EuroTLX (Isin IT0005039794) per importi minimi di 10.000 dollari (circa 7.350 euro) con scadenza 16 settembre 2020 e che paga una cedola annuale fissa crescente. Il primo anno, cioè il 16 settembre 2015, staccherà un coupon del 1,75%, poi del 2,15%, del 2,55%, 2,95%, 3,35% e 4,05% per un rendimento effettivo annuo lordo delle Obbligazioni è il 2,759%. Il rimborso avverrà in unica soluzione dopo sei anni, il 16 settembre 2020. Il titolo – secondo gli esperti – rappresenta in questo momento una valida alternativa di investimento per i risparmiatori non professionali verso le valute di paesi a tripla AAA, il cui grado di rischio è molto contenuto, essendo Banca IMI un emittente che gode di una valutazione “investment grade”.   Caratteristiche delle obbligazioni Step-Up e Step-Down    Le obbligazioni Step-Up permettono all’investitore di percepire un tasso d’interesse fisso nella misura indicata nelle Condizioni definitive. Il tasso d’interesse è crescente come indicato nelle condizioni definitive. Gli interessi fissi saranno pagabili in via posticipata, secondo la periodicità indicata nelle condizioni definitive (la prima e/o l’ultima cedola delle obbligazioni potranno avere una periodicità diversa come di volta in volta indicato nelle condizioni definitive), alle date di pagamento interessi indicate nelle condizioni definitive. Le obbligazioni Step-Down permettono all’investitore di percepire un tasso d’interesse fisso nella misura indicata nelle condizioni definitive. Il tasso d’interesse è decrescente come indicato nelle condizioni definitive. Gli interessi fissi saranno pagabili in via posticipata, secondo la periodicità indicata nelle condizioni definitive (la prima e/o l’ultima cedola delle obbligazioni potranno avere una periodicità diversa come di volta in volta indicato nelle condizioni definitive), alle date di pagamento interessi indicate nelle condizioni definitive.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni bancarie, Banca IMI, Bond in dollari USA, Ratings