Bond in pesos messicani: America Movil fa il pieno

Cedole elevate e basso rischio suscitano l’interesse degli investitori per l’operatore telefonico di Carlos Slim. Il cambio valutario non è un pericolo come in passato

di , pubblicato il
Cedole elevate e basso rischio suscitano l’interesse degli investitori per l’operatore telefonico di Carlos Slim. Il cambio valutario non è un pericolo come in passato

America Movil, multinazionale messicana delle telecomunicazioni torna sul mercato dei capitali. Il colosso guidato dal miliardario Carlos Slim, ha infatti prezzato pochi giorni fa obbligazioni senior per complessivi 17,5 miliardi di pesos messicani (MXN) riscuotendo ampio successo fra gli investitori istituzionali che hanno apprezzato la scelta di ricorrere alla valuta messicana. Del resto, America Movil gode di una valutazione “investment grade” nella parte alta della scala valori delle agenzie di rating (A- per S&P, A per Fitch e A2 per Moody’s) e un’offerta il dollari o in euro non avrebbe potuto garantire adeguati ritorni d’interesse in un momento di tassi al lumicino. Resta sempre da tenere presente il rischio cambio, ma la valuta messicana in questi ultimi anni non ha subito l’alta volatilità tipici degli altri paesi emergenti, mostrando, al contrario, una discreta stabilità se raffrontata al passato.   Obbligazioni America Movil SA de CV in pesos messicani   [fumettoforumright]America Movil ha collocato presso investitori istituzionali obbligazioni internazionali senior a tasso fisso per 17,5 miliardi di pesos messicani suddivise in due tranches. La prima, la più corposa, è stata emessa per 10 miliardi con scadenza a cinque anni e offre una cedola fissa del 6% pagabile su base semestrale il 9 giugno e il 9 dicembre di ogni anno (Isin XS1075312204). Prezzata 99,822, offre un rendimento lordo a scadenza del 6,13% ed è callable dopo il terzo anno di vita. La seconda, invece, è stata venduta per 7,5 miliardi di pesos, ha scadenza dieci anni e offre una cedola fissa del 7,125% pagabile su base semestrale il 9 giugno e il 9 dicembre di ogni anno (Isin XS1075314911). Prezzata 99,728, offre un rendimento lordo a scadenza del 7,29% ed è callable dopo il quinto anno di vita. Entrambi i collocamenti sono stati gestiti da un pool di banche internazionali guidate da BBVA, Credit Suisse, Citigroup, Deutsche Bank, HSBC, Morgan Stanley che hanno raccolto ordini per oltre 55 miliardi di pesos da tutto il mondo. I bond sono al momento negoziabili solo OTC (over the market) in attesa della quotazione ufficiale nei prossimi giorni sulla borsa del Lussemburgo, oltre che su quella di Città del Messico. Il taglio minimo è stato fissato a 2 milioni di pesos (circa 113.000 euro).   America Movil alla conquista dell’Est Europa   America Movil, quarto più grande operatore del mondo per numero di abbonati (oltre 200 milioni in America centrale e nei Caraibi), è una delle più grandi imprese dell’America latina.

Il fatturato della compagnia messicana (oltre 45 miliardi di euro) è prodotto quasi totalmente in Sudamerica: per il 49% direttamente in Messico, 20% in Brasile, 13% in Colombia, 7% nelle regione delle Ande, che comprende Ecuador e Perù, e 11% tra Mercosur America centrale. La società messicana ha, però,manifestato anche l’interesse ad espandersi anche nel mercato europeo in cui è già presente grazie ad una partecipazione (29,80%) in KPN, la compagnia telefonica leader del mercato olandese. Fallito il tentativo di acquisirne totalmente il controllo l’anno scorso, America Movil sta puntando a sviluppare nuovo business nell’area dell’Est Europa, grazie a una crescita delle proprie quote in Telekom Austria. I dati annuali di bilancio e la politica espansiva di America Movil descrivono una società solida finanziariamente, come anche evidenziato da un recente report di Moody’s che ne ha confermato il rating e l’outlook stabile in virtù della buona posizione finanziaria e del costante flusso di cassa.

Argomenti: , , , , ,