Bond, i mercati attendono la Bce, la Spagna colloca titoli a 30 anni

Spread Btp Bund ingessato e mercato obbligazionario fermo in attesa della riunione della Bce di giovedì prossimo

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Spread Btp Bund ingessato e mercato obbligazionario fermo in attesa della riunione della Bce di giovedì prossimo

Lo spread Btp/Bund tratta poco mosso a 124 punti base e il rendimento del Btp decennale è fermo sui livelli di ieri, intorno a 1,45%. La mancanza di dati significativi in pubblicazione oggi, sottolineano gli strategist di Unicredit, va a favore del consolidamento dell’obbligazionario europeo sugli attuali livelli in attesa della riunione della Bce di giovedì. Gli investitori attendono la lettura definitiva del Pil dell’Eurozona del quarto trimestre 2015 che dovrebbe essere cresciuto “solo dello 0,3% t/t (1,5% a/a) a fine 2015, come nei mesi estivi”, sottolineano gli economisti di Intesa Sanpaolo, secondo i quali “il rallentamento dovrebbe essere spiegato ancora da una frenata dell’export, mentre la domanda interna dovrebbe essere cresciuta dello 0,5% t/t”. La debole uscita dal 2015 e le indicazioni di un ulteriore rallentamento a inizio 2016, concludono gli esperti, “suggeriscono che il Pil dell’area euro potrebbe far peggio che nel 2015 e ci aspettiamo che cresca al meglio dell’1,5%”.   Sul primario infine la Germania collocherà 500 mln di euro di Bundei decennali, mentre la Spagna ha incaricato alcune banche per l’emissione, forse già oggi, di Bonos con scadenza a ottobre 2046. Lo ha rivelato uno degli istituti di credito coinvolti nell’operazione che sono Barclays, Goldman Sachs, Hsbc, JP Morgan, Santander e Societe Generale Cib. Nel frattempo la Bce ha fatto sapere che il programma di acquisto di titoli di stato sta proseguendo come da programma e di aver comprato finora più di 600 miliardi di bond.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Bond Spagna, Btp

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.