Bond Grecia: oggi emissione obbligazioni a 5 anni, “miracolo” dopo 3 anni

Nel giorno in cui la Grecia torna a lanciare obbligazioni sul mercato, il commissario UE Moscovici arriva a parlare di "miglioramento spettacolare" dell'economia greca

di Enzo Lecci, pubblicato il
Nel giorno in cui la Grecia torna a lanciare obbligazioni sul mercato, il commissario UE Moscovici arriva a parlare di

La Grecia torna oggi sul mercato obbligazionario. Per la prima volta dopo tre anni, lo Stato ellenico e,metterà un bond della durata di cinque anni. Ad annunciarlo è stato lo stesso Ministero delle Finanze greco con un comunicato stampa che è stato diffuso ieri.

Per la Grecia, l’emissione di oggi rappresenta quasi un “miracolo” visto che l’ultimo tentativo di tornare sui mercati del debito pubblico risale al 2014 quando il governo era nelle mani dei conservatori di Samaras. Da allora, nel disastrato paese era successo di tutto compreso il noto e controverso referendum che mise a dura prova la capacità di gestione dell’ex idolo della sinistra Tsipras.

E’ proprio alla luce di quello che è avvenuto in questi anni, che l’emissione obbligazionaria greca assume un significato particolare. Ma quali sono le caratteristiche del nuovo bond greco a 5 anni?

Anzitutto è bene precisare, come puntualizza lo stesso Ministero delle Finanze del comunicato, che l’emissione del prestito “miracoloso” si affianca all’invito rivolto dallo Stato ai titolari dei suoi prestiti obbligazionari a consegnarli e usarli con un concambio per acquistare i bond che saranno oggi emessi. Le obbligazioni di sui si sollecita la riconsegna viaggiano oggi al 4,75% di cedola e hanno scadenza ad aprile 2019.

Il nuovo prestito obbligazionario, secondo alcune indiscrezioni, dovrebbe avere un ammontare pari a 4 miliardi di euro. L’incarico di curare tutta l’operazione è stato affidato a un pool di banche formato da Bnp Paribas, Citigroup, Deutsche Bank, Goldman Sachs, Hsbc e Merrill Lynch.

Secondo il governo greco, l’offerta di bond “è un passo significativo, parte della strategia della Grecia per riacquistare un accesso stabile e costante ai mercati internazionali”. In altre parole si tratterebbe di una sorta di test per verificare se il Paese può continuare il suo cammino verso il piano ritorno sui mercati.

Lo stesso governo greco ha comunque precisato che “il concambio e il collocamento sono subordinati al fatto che i nuovi bond offrano un importo, prezzi e condizioni soddisfacenti per la Repubblica”.

Moscovici definisce “spettacolare” il miglioramento greco

Il ritorno della Grecia sul mercato obbligazionario non è la sola buona notizia di oggi per il governo Tsipras. Nel corso della sua visita ad Atene il commissario europeo per gli affari economici Pierre Moscovici, affermato che un “miglioramento spettacolare” sta permettendo alla Grecia di “tornare gradualmente” sul mercato. Moscovici ha affermato: “Vorrei oggi mandare un messaggio: vediamo un notevole miglioramento della situazione in Grecia”. Le parole del Commissario sono state ovviamente accolte con molto favore da un governo Tsipras oramai sempre meno popolare anche tra quelli che furono i suoi stessi elettori.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Bond Grecia