Bond Finmeccanica a 5 anni: risultati del collocamento

Finmeccanica rifinanzia parte del suo debito con una emissione obbligazionaria da 600 mln di euro

di , pubblicato il
Finmeccanica rifinanzia parte del suo debito con una emissione obbligazionaria da 600 mln di euro

Finmeccanica ha lanciato oggi sul mercato dei capitali, attraverso la società controllata Finmeccanica Finance S.A. un’emissione obbligazionaria per un valore nominale di 600 milioni di euro. Il bond, riservato ad investitori istituzionali, ha una scadenza a 5 anni ed una cedola annuale del 4,375%. Il prezzo di emissione è pari al 99,4% del valore nominale. Le cedole verranno pagate con frequenza annuale. 

Finmeccanica ha emesso i titoli sfruttando la situazione del mercato obbligazionario, che presenta tassi di interesse ed una liquidità favorevoli.

I proventi dell’emissione saranno utilizzati per rifinanziare, a condizioni favorevoli, una parte dell’attuale debito in scadenza nel dicembre 2013, in linea con la politica di provvista finanziaria ispirata alla prudenza che Finmeccanica ha sempre perseguito. Attraverso questa operazione, la società riduce il costo medio del debito e ne estende la durata media. L’allungamento del profilo della scadenza del debito è sempre stato un obiettivo strategico di Finmeccanica.

L’emissione obbligazionaria ha registrato una domanda pari a oltre 7 volte l’ammontare inizialmente offerto (500 milioni di euro), confermando l’affidabilità di Finmeccanica e il suo apprezzamento da parte dei mercati finanziari. Tra i sottoscrittori figurano principalmente investitori istituzionali europei di primario standing.

L’emissione dell’obbligazione Finmeccanica è stata curata da Banca IMI, Barclays, BNP Paribas, Citi, Commerzbank, Crédit Agricole, HSBC, JP Morgan, RBS, Société Générale e Unicredit.

Argomenti: ,