Bond in dollari USA: Banca IMI Collezione Opera VII

L’obbligazione Banca IMI in dollari USA (XS1639080933) corrisponde una cedola del 3% per 6 anni. uno sguardo al cambio con l’euro

di , pubblicato il
L’obbligazione Banca IMI in dollari USA (XS1639080933) corrisponde una cedola del 3% per 6 anni. uno sguardo al cambio con l’euro

Banca IMI quota nuovi bond in valuta su EuroTLX e Mot. La banca d’affari del gruppo Intesa Sanpaolo ha infatti lanciato su sul mercato obbligazioni in dollari americani (USD) per piccoli investitori della durata di sei anni per 300 milioni con rimborso alla pari a scadenza. Si tratta di bond senior unsecured di tipo bancario che godono della affidabilità dell’emittente, Banca IMI appunto, e sono soggetti all’andamento del cambio euro/dollaro australiano.

 

Obbligazioni Banca IMI Collezione USD 2023 Opera VII

 

Nello specifico, Banca IMI ha emesso un prestito obbligazionario in dollari statunitensi da 300 milioni della durata di 6 anni e con cedola annuale del 3%. Il coupon a tasso fisso verrà pagato il 5 luglio di ogni anno, mentre il rimborso avverrà in unica soluzione a scadenza a luglio 2023. L’obbligazione, denominata Banca IMI S.p.A. Tasso Fisso Dollaro statunitense Opera VII (Codice ISIN XS1639080933), è stata emessa al prezzo di 99,63, è entrata in quotazione il 7 luglio 2017 e sarà rimborsata in unica soluzione a 100. Il bond è negoziabile su EuroTLX e Mot per importi minimi di 2.000 USD e al momento segna un prezzo indicativo di 99,60. L’obbligazione è bancaria di tipo senior unsecured Il rating di Banca IMI è investment grade, al pari di altre grandi banche italiane e di quello dello Stato italiano.

 

Andamento del cambio euro/dollaro statunitense

 

Da inizio anno, la valuta statunitense (USD) si è deprezzata nei confronti del euro di oltre il 9% passando dai minimi di 1,04 a circa 1,14. A contribuire all’indebolimento del dollaro USA è stata sostanzialmente la politica della Bce che ha preannunciato la fine della politica monetaria espansiva, cosa che ha avuto ripercussioni sui mercati forex rafforzando la moneta unica e non solo il biglietto verde.

Argomenti: ,