Bond in dollari neozelandesi: ANZ offre cedole del 3,6%

Le obbligazioni Australia and New Zealand Banking (XS1575868408) sono negoziabili per importi di 2.000 NZD

di , pubblicato il
Le obbligazioni Australia and New Zealand Banking (XS1575868408) sono negoziabili per importi di 2.000 NZD

Investire in bond in dollari neozelandesi (NZD) potrebbe essere conveniente alla luce del perdurare dei tassi negativi nell’area euro. L’economia della Nuova Zelanda è fiorente fra le più stabili al mondo.

 

La crescita del Pil è inoltre confermata dai recenti dati statistici che vedono una crescita del 3,5%-3,6% per il 2017 nonostante il quadro economico internazionale sia ancora incerto.

 

Obbligazioni ANZ 3,66% 2022 caratteristiche

 

Fra i bond in dollari neozelandesi meritevoli di nota, segnaliamo quelli recentemente emessi da Australia and New Zealand Banking (ANZ), la quarta più grande realtà bancaria del continente australiano che gode di rating AA- per Standard & Poor’s e Fitch e Aa2 per Moody’s. La solidità dell’emittente non è quindi in discussione. Il bond appena emesso per 42,38 milioni di NZD è stato prezzato alla pari da Nomura International (bookrunner) sui mercati internazionali. Si tratta di un bond senior unsecured con scadenza 22 marzo 2022 che corrisponde una cedola a tasso fisso del 3,66% su base semestrale (Isin XS1575868408) e prevede il rimborso in unica soluzione a scadenza. Caratteristica principale è il taglio minimo di negoziazione che è pari a 2.000 NZD, circa 1.300 euro.

 

Nuova Zelanda: Reserve Bank conferma i tassi all’1,75%

 

La Reserve Bank of New Zealand ha lasciato i tassi d’interesse invariati ai minimi dell’1,75% (dopo averli tagliati di 25 punti base in novembre, nella sesta revisione al ribasso dal giugno 2015) ribadendo che potrebbero restare a quel livello “per un tempo considerevole”. “Numerose incertezze rimangono, soprattutto per quanto riguarda l’outlook internazionale e potrebbe essere necessario regolare di conseguenza la politica monetaria“, ha dichiarato il governatore Graeme Wheeler.

Argomenti: ,