Bond convertendo UnipolSai, prime indicazioni

L’emissione obbligazionaria con rimborso in azioni fa salire il titolo in borsa del 5%. L’operazione rafforzerà il patrimonio di 200 milioni senza bisogno di aumento di capitale immediato

di Mirco Galbusera, pubblicato il
L’emissione obbligazionaria con rimborso in azioni fa salire il titolo in borsa del 5%. L’operazione rafforzerà il patrimonio di 200 milioni senza bisogno di aumento di capitale immediato

UnipolSai chiederà alle banche creditrici di trasformare parte del credito in obbligazioni convertende in azioni del gruppo. L’operazione, già allo studio da un anno, è stata formalizzata dal Consiglio di Amministrazione che ha deliberato l’emissione di un prestito obbligazionario convertendo in azioni ordinarie di UnipolSai per un importo di 201,8 milioni di euro, con conseguente aumento di capitale a servizio della conversione per lo stesso controvalore da attuarsi mediante emissione di azioni ordinarie della Società prive del valore nominale. Come già comunicato al mercato, l’emissione del prestito obbligazionario convertendo si inserisce all’interno del più ampio progetto di integrazione per fusione tra Premafin, Unipol Assicurazioni e Milano Assicurazioni in Fondiaria-SAI , che si è concluso con successo assumendo efficacia lo scorso 6 gennaio 2014, e volto sin dall’origine a salvaguardare la solvibilità attuale e futura di Premafin e Fonsai e, nel contempo, a creare un operatore nazionale di primario rilievo nel settore assicurativo. In tale ottica – specifica un comunicato di UnipolSai – nel giugno 2012, Premafin e le banche creditrici della stessa avevano approvato un accordo di  ristrutturazione del debito di Premafin, che prevedeva che (a) alla data di efficacia civilistica della Fusione una tranche del debito ristrutturato di Premafin pari a 201,8 milioni di euro si sarebbe trasformata nel Prestito Obbligazionario Convertendo, e (b) il Prestito Obbligazionario Convertendo sarebbe stato sottoscritto per 134,3 milioni di euro dalle banche creditrici di Premafin, esclusa GE Capital Interbanca S.p.A., e per 67,5 milioni di euro dalla capogruppo Unipol Gruppo Finanziario S.p.A.

 

Obbligazioni convertende Unipol Sai, prime indicazioni

 

unipolsai grafico

Il prestito obbligazionario convertendo sarà quindi riservato alle banche finanziatrici e ha lo scopo di ridurre l’esposizione debitoria del gruppo assicurativo. In attesa che vengano resi noti i dettagli dell’emissione, già si sa che il bond sarà costituito da 2.018 obbligazioni, del valore nominale unitario di 100.000 euro, per un controvalore complessivo di 201,8 milioni di euro, che saranno emesse da UnipolSai entro tre mesi. Dette obbligazioni si convertiranno obbligatoriamente e automaticamente, a far data dal 31 dicembre 2015, in azioni ordinarie UnipolSai di nuova emissione, fatte salve le ipotesi di conversione automatica anticipata e di esercizio del diritto di conversione anticipata da parte degli obbligazionisti. Le obbligazioni, che saranno al portatore, non frazionabili e liberamente trasferibili, costituiscono obbligazioni dirette, non garantite e subordinate della Società. Per le obbligazioni è previsto un interesse annuo lordo da calcolarsi sul valore nominale unitario (pari a 100.000 euro), pagabile semestralmente in via posticipata. Il tasso di interesse sarà determinato in prossimità della data di emissione del Prestito Obbligazionario Convertendo in misura tale da garantire che il valore teorico delle obbligazioni alla data di emissione sarà pari al 100% del valore nominale unitario. [fumettoforumleft] Il rapporto di conversione sarà pari al rapporto tra (i) il valore nominale unitario delle obbligazioni e (ii) il prezzo di conversione iniziale, che sarà determinato in prossimità della data di emissione delle obbligazioni. Non è previsto che le obbligazioni siano quotate su alcun mercato regolamentato o sistema multilaterale di negoziazione. In borsa, il titolo UnipolSai ha fatto un balzo del 5% sulla notizia della prossima emissione del bond.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nuove emissioni, collocamenti, Obbligazioni convertibili, Obbligazioni societarie, Obbligazioni Unipol, Obbligazioni subordinate