Bond: i consigli dei gestori dopo le decisioni della BCE

La BCE rivede al ribasso le stime sulla crescita economica dell'Eurozona nel biennio 2017-2018. BlackRock vede spread con i periferici in compressione

di Enzo Lecci, pubblicato il
La BCE rivede al ribasso le stime sulla crescita economica dell'Eurozona nel biennio 2017-2018. BlackRock vede spread con i periferici in compressione

La Banca Centrale Europea, come ampiamente prevedibile, ha lasciato tutto invariato. L’EuroTower, infatti, si è semplicemente limitato a ribadire tutte le passate decisioni allineandosi alle precedenti mosse della BoE. Le conferme che sono arrivate ieri da Francoforte non hanno praticamente stupito nessuno. Da settimane, infatti, l’attendismo della Bce era dato per scontato.

Prova dell’assenza completa del fattore sorpresa si è avuta con l’andamento della borsa di Milano. Il Ftse Mib, ieri, si è mosso solo dopo le rassicurazioni di Draghi sul fronte dei crediti problematici. Per il resto, il clima è stato quello della calma piatta. Arrivati a questo punto, sono in tanti a propendere per un’assenza di novità anche nel board di agosto. Per tornare a vedere la BCE in azione si dovrà attendere settembre.

Ma quali sono state le reazioni dei gestori alle mosse dell’EuroTower? Secondo BlackRock è ipotizzabile che ci possano essere alcune modifiche sui termini della flessibilità del programma di acquisto di asset che saranno annunciati quest’anno. Le modifiche sarebbero inevitabili alla luce del netto calo dell’utilizzo di alcuni di questi bond.

Secondo Marilyn Watson, head of global fundamental fixed income strategy di BlackRock, la preferenza resta immutata sui bond dei paesi periferici. Afferma, infatti, l’analista che “in termini di nostro posizionamento sui titoli sovrani in Europa, manteniamo una preferenza generale per il debito europeo periferico. Siamo posizionati sull’ appiattimento della parte lunga della curva italiana” Il gestore, inoltre ha “una visione favorevole sulle obbligazioni indicizzate all’inflazione italiana“. La view di BlackRock per i prossimi mesi di completa con alcune indicazioni sugli spread. Secondo Watson “gli spread tra il Portogallo, la Slovenia e la Grecia rispetto la Germania si comprimeranno“.

Nel complesso il gestore continua ad avere una visione certamente positiva sui corporate subordinati europei. Anche i titoli finanziari hanno un peso positivo nel portafoglio di BlackRock. Secondo il gestore, infatti, questi titoli beneficeranno ancora della politica monetaria della Banca Centrale Europea.

 

L’Eurozona paga la Brexit: la Bce rivede le stime per il 2017-2018

Il temuto effetto Brexit ha cambiato in negativo le stime dell’EuroTower sulla crescita economia nel biennio 2017-2018. In particolare, mentre la stima di crescita per l’area dell’euro per quest’anno è rimasta all’1,5%, le previsioni per il 2017 sono scese all’1,4% dal precedente 1,6%, e quelle per il 2018 sono state portate all’1,6% dall’1,7%.

Per quanto riguarda invece l’inflazione, la stima per il 2016 è stata confermata allo 0,3% mentre quella per il 2017 è scesa da 1,3% a 1,2% e quella per il 2018 da 1,6% a 1,5%.

Per quanto concerne il mercato del lavoro, la Bce vede un continuo miglioramento con stime invariate rispetto a quelle contenute nel precedente rapporto.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Macroeconomia, Titoli di Stato Esteri

I commenti sono chiusi.