Bond Cliffs Natural Resources + 200% in un anno

Spettacolare risalita dei bond Cliffs Natural Resources. Trovato l’accordo per un aumento di capitale da 300 milioni

di Mirco Galbusera, pubblicato il
Spettacolare risalita dei bond Cliffs Natural Resources. Trovato l’accordo per un aumento di capitale da 300 milioni

Cliffs Natural Resources fa i fuochi d’artificio. Le obbligazioni della nota industria mineraria americana basata a Cleveland (USA) hanno messo a segno un poderoso rally che le ha viste progredire in media del 200%. Si tratta di bond in dollari (Usd) che erano finiti in disgrazia sotto i colpi della crisi siderurgica mondiale e dal crollo della domanda di ferro. Cliffs è infatti una multinazionale che si occupa di estrazione e lavorazione di materiali ferrosi sfruttando diversi giacimenti in Michigan e Minnesota, ma anche in Australia. I rendimenti dei bond Cliffs erano schizzati lo scorso anno fino al 35% per le scadenza al 2020 e si pensava al peggio dopo che l’agenzia di rating Standard & poor’s aveva declassato la compagnia a CCC-, il livello più basso nella scala dei giudizi e anticamera a un probabile default. Il settore minerario, del resto, è stato uno dei più martoriati dalla crisi con molte piccole e medie aziende che sono finite in bancarotta al ritmo di decine al mese e con le grandi multinazionali che hanno dovuto ridimensionare le loro attività cedendo assets o chiudendo impianti estrattivi.

Bond Cliffs Natural re source rendono più del 8%

Le obbligazioni Cliffs Natural Resources a più breve scadenza, quelle con cedola 5,95% e maturazione nel gennaio 2018 (codice ISIN US18683KAF84 ) rendono l’8,7%, mentre quelle con cedola 8,25% e scadenza 2021 (codice ISIN USU18618AB14 ) rendono l’8,2%. Entrambe sono negoziabili per importi minimi di 2.000 con multipli aggiuntivi di 1.000 Usd sulla borsa del Lussemburgo. Nonostante il rating (CCC-) non sia incoraggiante, i bond riflettono a questi prezzi alte aspettative di rimborso a scadenza. A sostegno dei prezzi vi è un aumento di capitale da 300 milioni di usd appena approvato dal board di Cliffs e il fatto che lo scorso febbraio la società ha concluso con successo un’operazione di scambio obbligazionario per 512 milioni di dollari fra bond senior unsecured 2018, 2020 e 2021 con nuove obbligazioni senior secured 2020. Nel primo trimestre 2016 Cliffs ha riportato un giro d’affari pari a 302 milioni di dollari, in calo del 32% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, ma un utile netto di 117 milioni contro perdite per 762 del 2015.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Obbligazioni High Yield, Bond in dollari USA, Ratings