Bond Best Buy, rendimento del 5% in dollari

Le obbligazioni della catena USA che commercializza elettronica hanno retto bene al recente profit warning. Con poco meno di 1.500 euro ci si assicura un buon rendimento

di , pubblicato il
Le obbligazioni della catena USA che commercializza elettronica hanno retto bene al recente profit warning. Con poco meno di 1.500 euro ci si assicura un buon rendimento

Best Buy rallenta il passo e i suoi bond ora sono più appetibili. Il più grande distributore di prodotti elettronici al mondo, quotato alla borsa di New York, ha annunciato un calo delle vendite nel periodo natalizio a 11,45 miliardi di dollari da 11,75 miliardi. A parità di negozi le vendite nelle 9 settimane terminate lo scorso 4 gennaio sono calate dello 0,8%, contrariamente a quanto avevano previsto gli analisti (+0,5%). Sulla notizia, il titolo azionario è crollato in borsa, passando da 30 a 18 dollari (-40%), mentre le obbligazioni hanno tenuto il prezzo, non senza avvertirne lo scossone. Il profit waring di Best Buy Co è indicativo delle difficoltà del mercato americano sulle vendite di apparecchiature elettroniche e, in particolare, dei computer. In buona sostanza, gli americani compano meno elettrodomestici e high tech in tempi di crisi e serve innovazione tecnologica per tornare a vendere a ristmi sostenuti. E se le vendite crollano proprio sotto Natale, è il segno evidente che serve rinnovamento e impulso da parte dei produttori di elettronica. Il gruppo best Buy, con una capitalizzazione di mercato di 8,5 miliardi di dollari e un giro d’affari di 48 miliardi non ha comunque problemi di liquidità, anche se le stime sugli utili per l’anno in corso sono state riviste al ribasso.

 

Obbligazioni Best Buy 5,50% 2021 e Best Buy 5% 2018

 

bestbuy

Sul mercato obbligazionario, Best Buy è presente con tre emissioni in dollari che offrono al momento rendimenti compresi fra il 4 e il 5% lordo. Prima del warning, i tassi delle obbligazioni quotate al Nasdaq erano più bassi mediamente di 1-1,5 punti. L’obbligazione Best Buy 5,50% 2021 da 650 milioni di dolalri (Isin US086516AL50) offre un rendimento a scadenza del 5,80%. Al momento viene scambiata intorno ai 98 punti, sotto la apri (vedi grafico) e paga una cedola fissa su base semestrale del 5,50% il 15 marzo e il 15 settembre di ogni anno.

Il bond è senior unsecured, emesso a 99,70 nel 2011 e viene trattato per importi minimi di 2.000 dollari (circa 1.470 euro). Un punto di rendimento inferiore, invece, per il bond Best Buy 5% 2018 da 500 milioni (Isin US086516AM34) che al prezzo di 101,70 offre un tasso lordo del 4,60% e va a maturazione tre anni prima, il 1 agosto 2018. Anche per questo titolo, il minimo negoziabile è di 2.000 dollari e la cedola viene pagata su base semestrale il 1 febbraio e il 1 agosto di ogni anno. Il rating attribuito dall’agenzia internazionale S&P è BB con outlook stabile. Nonostante il recente profit warning di Best Buy, gli analisti americani ritengono che la catena distributrice di elettronica sia in grado di resistere alle pressioni sui margini determinati dalla discesa dei prezzi e dai costi, oltre che al calo delle vendite, peraltro ampiamente previste. Il leverage dovrebbe rimanere intorno a 3,5X per il 2014 (con Ebitda a 1,4 miliardi di dollari) con prospettive di miglioramento nel corso dell’anno. I bond sono naturalmente classificati come “non investment grade” anche perché il futuro di Best Buy è strettamente legato alla commercializzazione e alla vendita di prodotti innovativi. Per gli esperti di S&P, Best Buy crescerà solo “moderatamente” quest’anno a causa del crollo delle vendite di computer e notebook a vantaggio dei dispositivi mobili (smartphones) che, però, costano meno. Maggiore impulso alle vendite – come dichiarato dai evrtici – sarà dato al canale internet riducendo così i costi di personale nei vari stores sparsi negli Stati Uniti.

 

Crisi dei consumi di elettronica ed elettrodomestici anche negli USA

 

best buy store

Best Buy Co., Inc. è il più grande rivenditore al dettaglio di elettronica di consumo negli Stati Uniti (21% del mercato) e tra le 500 compagnie selezionate dalla rivista Fortune. Opera anche in Canada, Messico e Cina.  Le sue aziende sussidiarie sono: Geek Squad, Magnolia Audio Video, Pacific Sales e in Canada Future Shop label. Tutte insieme sono 1.150 negozi negli Stati Uniti, Puerto Rico, Canada, Cina, Messico e Turchia.

Il periodo natalizio è stato austero per Best Buy, come del resto per tutte le società attive nelle vendite di elettronica ed elettrodomestici. Il settore più colpito, tanto in Europa come negli USA, è stato quello dell’high tech. In discesa libera i piccoli elettrodomestici e Home comfort (-5,6%), Informatica (-9,7%), Office equipment (-11,4%), Grandi elettrodomestici (-13,7%), Fotografia (-20,2%), ed Elettronica di Consumo (-25,1%). Solo la telefonia ha tenuto con trend positivo nella vendita degli smartphone cha traina il comparto.[fumettoforumright]

Argomenti: , ,