Bond Arabia Saudita: caratteristiche e rendimenti

L’Arabia Saudita ha collocato bond per 17,5 miliardi, con scadenza 2021 (XS1508675334), 2026 (XS1508675417) e 2046 (XS1508675508)

di Mirco Galbusera, pubblicato il
L’Arabia Saudita ha collocato bond per 17,5 miliardi, con scadenza 2021 (XS1508675334), 2026 (XS1508675417) e 2046 (XS1508675508)

L’  Arabia Saudita sbarca sui mercati internazionali con il suo primo jumbo bond. Come anticipato alcuni giorni fa, Riad ha dato mandato ad alcune banche d’affari internazionali per strutturare emissioni obbligazionarie in dollari a varie scadenze.

Il tanto atteso bond dell’ Arabia Saudita è stato quindi prezzato su tre scadenze diverse per un totale di 17,5 miliardi di dollari USA. Una cifra notevole che rende l’operazione di vendita piu’ grande di sempre mai svoltasi in Medio Oriente. In altre parole, si tratta di un ingresso a dir poco esplosivo paragonabile al ritorno dell’Argentina sui mercati internazionali di aprile (in quell’occasione, Buenos Aires aveva collocato 16,5 miliardi di dollari di titoli di Stato). Ad essere stati selezionati come coordinatori globali per l’emissione sono stati Citigroup, Hsbc e JP Morgan, mentre altre sette banche sono state nominate gestori della vendita di obbligazioni sui mercati. Rivolgendosi al mercato dei debiti sovrani, l’Arabia Saudita spera quindi di poter fornire sostegno al sistema finanziario, penalizzato da politiche economiche sbagliate e dal calo degli introiti legati alla vendita di greggio. In particolare, le casse sovrane puntelleranno parte del deficit statale che quest’anno ha raggiunto gli 80 miliardi di dollari, in vista anche di una prossima quanto probabile riduzione di barili di petrolio prodotti nell’ambito degli accordi Opec in corso per ridare slancio alle quotazioni del greggio.

Bond Arabia Saudita, caratteristiche e dettagli

Nel dettaglio, sono state prezzate tre linee obbligazionarie a varie scadenze. La prima, dell’importo di 5,5 miliardi di dollari, ha durata 5 anni e corrisponde una cedola a tasso fisso del 2,375% (codice ISIN  XS1508675334); la seconda, dell’importo di 5,5 miliardi di dollari, ha durata 10 anni e corrisponde una cedola a tasso fisso del 3,25% (codice ISIN  XS1508675417) ; mentre l’ultima, dell’importo di 6,5 miliardi di dollari, ha durata 30 anni e corrisponde una cedola a tasso fisso del 4,50% (codice ISIN XS1508675508). Tutti i bond sono stati prezzati sotto la pari per un rendimento che va dal 2,61% per il bond più corto, al 4,68% per il bond più lungo. Le obbligazioni, che saranno quotate sulla borsa del Lussemburgo, fruttano interessi pagabili su base semestrale il 26 aprile e 26 ottobre di ogni anno. Il taglio minimo di negoziazione è pari a 200.000 Usd con multipli aggiuntivi di 1.000 Usd.  Il rating assegnato alle obbligazioni dell’Arabia Saudita è A- per Standard & Poor’s e A1 per Moody’s).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.