Bond Apple: l’offerta sale a 6,5 miliardi

Le richieste per le nuove obbligazioni dell’azienda che vende iPhone hanno superato i 15 miliardi. Rendimento atteso poco sopra quello dei Tresuries

di , pubblicato il
Le richieste per le nuove obbligazioni dell’azienda che vende iPhone hanno superato i 15 miliardi. Rendimento atteso poco sopra quello dei Tresuries

Obbligazioni Apple, tutti le vogliono. Esattamente come l’iPhone, il celebre telefonino prodotto e commercializzato dall’azienda californiana. Così Apple ha aumentato la dimensione della nuova emissione di bond, viste le numerosissime richieste.   La multinazionale di Cupertino, a pochi giorni dalla pubblicazione di conti trimestrali sorprendenti per la loro brillantezza grazie al successo senza precedenti degli ultimi iPhone, ha infatti deciso di collocare inizialmente 5 miliardi di dollari, ma ha poi aumentato la dimensione a 6,5 miliardi in scia alla buona domanda degli investitori. Dalle sale operative obbligazionarie sono arrivate indiscrezioni su ordini per circa 15 miliardi di dollari. Apple, intenzionata a sfruttare il successo degli ultimi collocamenti di titoli di debito e il desiderio degli investitori per la carta emessa da società con rating elevati, collocherà bond con scadenze tra i cinque e i trent’anni a tasso sia fisso che variabile. Il titolo a dieci anni è stato offerto inizialmente con un rendimento di 0,95 punti base sul Treasury e successivamente di 0,85 punti.   Nuove obbligazioni per sostenere il piano di buy back   L’operazione di collocamento, gestita in primis da Deutsche Bank Securities e da Goldman Sachs, prevede che i proventi vengano destinati per sostenere l’attuale piano di buy-back e la distribuzione di dividendi. L’ammontare del prestito obbligazionario e’ stato dunque aumentato in scia alla positiva accoglienza del mercato ma sarà comunque di molto inferiore alle maggiori emissioni concluse dalla società di Cupertimo negli ultimi due anni sul mercato americano.   Apple, le emissioni precedenti   [fumettoforumright]Lo scorso novembre Apple ha emesso i suoi primi bond in valuta estera collocando prestiti a otto e 12 anni per un valore di 2,8 miliardi di euro nell’ambito del programma di emissioni di titoli di debito varato l’anno scorso per diversificare i mercati di finanziamento della multinazionale. Le emissioni precedenti sono state di gran lunga superiori e caratterizzate da rendimenti relativamente scarni per gli investitori. Lo scorso aprile Apple ha infatti collocato 12 miliardi di bond, mentre il record assoluto è stato registrato nel 2013 con il collocamento di un prestito da ben 17 miliardi. Obbligazioni Apple 2013 Obbligazioni Apple 2014 Obbligazioni Apple in euro

.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,